Menu
Cerca
la vicenda

Va in un casinò in Svizzera in barba alla normativa antiCovid: è stato arrestato perché doveva scontare la pena per una rapina

Aveva commesso una rapina ad Arese.

Va in un casinò in Svizzera in barba alla normativa antiCovid: è stato arrestato perché doveva scontare la pena per una rapina
Cronaca Como città, 26 Aprile 2021 ore 16:54

Va in un casinò in Svizzera in barba alla normativa antiCovid: fermato, è stato arrestato perché doveva scontare la pena per una rapina.

Va in un casinò in Svizzera in barba alla normativa antiCovid: arrestato

Nella notte tra sabato e domenica scorsi la Polizia di Frontiera di Ponte Chiasso e le Guardie di Confine svizzere stavano svolgendo le cosiddette “Pattuglie Miste”; gli operatori a Brogeda hanno effettuato il controllo di un’autovettura con a bordo quattro persone che entravano nel territorio italiano.

Le persone controllate, tutte di nazionalità rumena e residenti in Italia, non sono state in grado di fornire una valida giustificazione al loro allontanamento dal comune di residenza mentre il personale operante ha accertato che si erano recate presso un Casinò della Svizzera. I soggetti fermati sono stati, pertanto, tutti sanzionati per le violazioni ai decreti anticovid perché non ricorreva una motivata esigenza per allontanarsi dal luogo di residenza.

Tuttavia, dai successivi approfondimenti investigativi svolti negli uffici, è emerso anche che uno dei controllati A.A., classe ’95, era destinatario di un Ordine di Carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Milano, per l’espiazione di una pena residua di un anno e cinque mesi di reclusione a seguito di condanna per rapina commessa ad Arese nel gennaio 2017 ai danni di un esercizio commerciale. Per questo motivo è stato arrestato e accompagnato al Bassone di Como.

Condividi
Necrologie