Menu
Cerca
Olgiate Comasco

Verde trascurato, verde pulito e… verde di rabbia

Minoranza scatenata: "Per anni gli amministratori di maggioranza si sono dimenticati dell'ambiente, adesso chiamano a raccolta i cittadini mentre siamo in Zona arancione".

Verde trascurato, verde pulito e… verde di rabbia
Cronaca Olgiate, 01 Marzo 2021 ore 17:17

Verde pulito: una mattinata di recupero rifiuti sul territorio di Olgiate Comasco, ma l’iniziativa del sindaco Simone Moretti scatena le reazioni critiche della minoranza.

Verde pulito, “ma con tempistica sospetta”

Da mesi, ormai, come documentato dal Giornale di Olgiate, reiterate segnalazioni su accumuli di rifiuti abbandonati nei boschi e a lato delle strade e pure sulle strade del centro. Tra il materiale scaricato abusivamente, anche lastre di eternit, oltre a sacchetti e sacchi di rifiuti. E proprio nell’edizione di sabato 27 febbraio del Giornale di Olgiate è stato dato risalto all’ennesima raccolta di segnalazioni, con puntualizzazione del consigliere comunale di minoranza Igor Castelli: “Manca sensibilità da parte degli amministratori comunali di maggioranza per poter risolvere il problema. Solo propaganda e basta”. La reazione del primo cittadino Simone Moretti è arrivata ieri, domenica 28 febbraio, ufficializzando una mattinata di pulizia per sabato 6 marzo, partendo dai boschi di Baragiola. Tutti d’accordo? Non proprio, perché in minoranza la capogruppo Daniela Cammarata puntualizza sorpresa per la tempistica dell’iniziativa annunciata dal primo cittadino, bollandola come “pulizia a spot”.

Le contestazioni della minoranza

Cammarata esterna parecchie perplessità sulla modalità di agire scelta del sindaco. “Resto stranita dalla tempistica con cui viene fatta questa Giornata del verde pulito. Per anni la maggioranza si è dimenticata delle problematiche dell’ambiente. E adesso, dopo i titoli del giornale di sabato, organizza una giornata di pulizia. L’abbandono di rifiuti nei boschi accade da anni. Ma nell’ultimo anno i boschi vengono frequentati di più e quindi molti se ne accorgono. Il sindaco organizza una giornata di pulizia proprio quando siamo in Zona arancione e viene chiesto ai cittadini di evitare assembramenti. Io sono favorevole alla Giornata del verde pulito, ma andrebbe impostata diversamente e non in questo momento, appunto per via del Covid”. L’idea della capogruppo di Noi con voi per Olgiate è chiara: la Giornata del verde pulito dovrebbe far conoscere il territorio e i boschi, valorizzare i sentieri. E, soprattutto, come aggiunge Cammarata, “dovrebbe essere strutturata in modo costante. La pulizia dei boschi dovrebbe essere fatta sempre dal Comune, quando riceve segnalazioni. Non dimentichiamo che i cittadini pagano le tasse. Invece di chiamare a raccolta in un momento in cui siamo in Zona arancione, è il Comune che dovrebbe pensare a raccogliere i rifiuti”.

La proposta: controlli, videosorveglianza e sanzioni

La capogruppo dell’opposizione insiste, portando in evidenza un altro tema caldo: la videosorveglianza, con rimando diretto alle fototrappole. Nelle ultime settimane, infatti, più di un rilievo critico è stato mosso sulla carenza di informazioni relativa all’utilizzo e ai risultati dei dieci occhi elettronici acquistati dal Comune e affidati alla Polizia locale anche per contrastare lo scarico abusivo di rifiuti sul territorio comunale. “A mio modesto parere quando vengono fatte segnalazioni per i rifiuti nei boschi il Comune dovrebbe intervenire subito, portandoli via. E sarebbe opportuno mettere delle fototrappole per multare i responsabili”, chiosa Cammarata.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli