Cronaca

Viadotto dei Lavatoi: riaperto al transito dei veicoli leggeri. FOTO

Tutto in linea con le previsioni e in tempo per il rientro a scuola.

Viadotto dei Lavatoi: riaperto al transito dei veicoli leggeri. FOTO
Cronaca Como città, 12 Settembre 2017 ore 11:14

Dopo gli ultimi interventi per garantire la sicurezza ed una serie di verifiche, il Viadotto dei Lavatoi è stato riaperto.

Viadotto dei Lavatoi, ultime novità: finalmente riaperto

Questa mattina, tra le 6 e le 6.30, la Polizia Locale ha riaperto il Viadotto dei Lavatoi al transito dei veicoli leggeri. Tutto secondo quanto previsto ed in tempo per l'inizio delle lezioni.

Nel pomeriggio di domenica 10 settembre sono stati eseguiti gli ultimi interventi per garantire la sicurezza. Questi sono stati seguiti da una serie di verifiche degli ingegneri che si sono occupati dei lavori. Ieri sera sono state condotte le operazioni preliminari alla riapertura, come la modifica della segnaletica provvisoria. In tal modo, sono state agevolate le procedure di questa mattina ed è stata consentita la regolare percorrenza alle auto all'ora di punta. Prima sono state riaperte le uscite dal viadotto, poi le entrate.

Le parole dell'assessore Vincenzo Bella

Soddisfatto l'assessore ai Lavori Pubblici, Vincenzo Bella: "Si riconferma l'attenzione di questa amministrazione su un problema particolarmente gravoso per la viabilità cittadina. E' stato fatto il possibile per attenuare il disagio provocato dalla chiusura il prima possibile e per completare l'intervento urgente in tempo per l'inizio della scuola come ci eravamo prefissi".

I ringraziamenti

Agli uffici comunali la gratitudine dell'assessore Bella e del sindaco Mario Landriscina: "Si sono impegnati in ogni articolazione per permettere questa riapertura, predisponendo ogni informazione utile per i professionisti e facendo il possibile per accelerare le operazioni. E' anche merito loro se i lavori si sono svolti nei tempi che la cittadinanza si aspettava".

FOTO

5 foto Sfoglia la gallery

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie