Violentò, picchiò e rapinò una prostituta: denunciato dopo 10 anni

L'uomo, di origine albanese, è residente nella Provincia di Como.

Violentò, picchiò e rapinò una prostituta: denunciato dopo 10 anni
Como città, 22 Gennaio 2020 ore 10:56

I Carabinieri hanno denunciato un cittadino albanese, residente nel Comasco, per sequestro di persona, violenza sessuale, rapina aggravata e lesioni personali.

Il fatto risale al 2010

Nel 2010 una giovane prostituta rumena era stata soccorsa dai Carabinieri del Nucleo Operativo e radiomobile della Compagnia di Crema dopo aver subito delle violenze. In sede di denuncia la ragazza chiariva i fatti: mentre si trovava lungo la s.p. 415 “Paullese” era stata avvicinata da un cliente di anni 30 circa, di origine albanese che con violenza la costringeva a salire a bordo dell’autovettura. L’uomo dopo aver parcheggiato in un luogo appartato alle porte di Pandino, dopo averla picchiata l’aveva costretta ad un rapporto sessuale al termine del quale le rapinava dei suoi documenti d’identità, del telefono cellulare e della somma contante di 300 euro.

La vittima era stata medicata in ospedale

La giovane donne era stata trasportata presso l’Ospedale di Crema ove le veniva riscontrata “vasta contusione zigomo sx e varie ecchimosi al volto, agli arti superiori ed al tronco” e poi successivamente trasferita presso la clinica “Mangiagalli” di Milano.
Sul posto all’epoca dei fatti intervenne anche personale specializzato che ha proceduto a prelevare del materialebiologico al fine di estrarre il D.N.A. dell’aggressore.

Le nuove tecnologie hanno permesso di individuare il colpevole

Il profilo “genetico” acquisito e trasmesso alla banca dati è rimasto “ignoto” sino ad oggi, quando il personale del R.I.S. di Parma ha comunicato che ulteriori esami con tecnologie innovative eseguiti sul D.N.A. hanno permesso di trovare corrispondenza con il D.N.A. appartenente ad un 41enne di origine albanese, residente in Provincia di Como, con precedenti di polizia, il quale è stato denunciato alla Procura della repubblica di Cremona per sequestro di persona, violenza sessuale, rapina aggravata e lesioni personali.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve