Incredibile episodio

Vive abusivamente in un condominio: arriva la Polizia locale

L'uomo ha anche aggredito due agenti, che si sono visti costretti a utilizzare lo spray urticante in dotazione.

Vive abusivamente in un condominio: arriva la Polizia locale
Canturino, 01 Settembre 2020 ore 13:20

Episodio concitato ieri pomeriggio a Cantù.

Dimora abusiva in condominio

Alle ore 16.15 di lunedì 31 agosto un equipaggio della radiomobile veniva inviato dalla Centrale Operativa della Polizia locale di Cantù in via Galianello civico 6, in quanto l’amministratrice unica della proprietà dell’immobile segnalava la presenza di un uomo di nazionalità straniera dimorante abusivamente nell’area comune delle cantine del palazzo. Gli agenti, individuato il soggetto intento a dormire, lo svegliavano e immediatamente si poneva in maniera scontrosa, proferiva frasi sconnesse all’indirizzo degli uomini delle Forze dell’ordine, i quali chiedevano le generalità e i documenti di soggiorno. Lo stesso rispondendo con un rifiuto categorico, si alterava scatenavano in lui una violenta ira verbale, aggravata ogni qual volta gli operanti tentavano di avvicinarsi al lui. All’ennesimo tentativo, l’indagato, N. S., nato in Ghana nel 1997, cercava di sottrarsi all’avvicinamento e al controllo, provando a uscire dalle cantine, colpendo al volto uno degli agenti, così da rendere necessario l’utilizzo dello spray urticante in dotazione.

Aggrediti due agenti

In preda a un’ira crescente, il soggetto si scagliava contro un secondo agente colpendolo con calci e pugni, prima di essere tratto in arresto. Dagli accertamenti successivi, emergeva che l’arrestato era in possesso di regolare permesso di soggiorno prorogato per la pandemia fino al 31 dicembre 2020, oltre che un precedente per minaccia e sequestro di persona. Si provvedeva al deferimento all’Autorità Giudiziaria per violazione dei seguenti articoli del codice penale:

 

  1. 337 (resistenza a pubblico ufficiale) in quanto con violenza si opponeva agli operanti di Polizia Giudiziaria intenti a compiere atti di servizio;
  2. 582 combinato disposto art. 61 n.2 e 10 (lesioni personali aggravate) perché cagionava lesioni guaribili in 5 gg a due agenti di Polizia Locale;
  3. 633 perché invadeva arbitrariamente l’edificio privato sito in via Galianello 6 occupando l’area antistante la cantina al fine di trarne profitto dimorandone a seguito della querela raccolta nella sera di ieri dall’amministratrice condominiale;
  4. 651 per il rifiuto di fornire le proprie generalità.

 

Processato per direttissima questa mattina, martedì 1 settembre, patteggiava una pena di 10 mesi di arresti domiciliari con obbligo di firma.

Il commento dell’assessore

L’assessore alla Sicurezza Maurizio Cattaneo commenta: “Il Corpo di Polizia Locale denota davvero grande capacità e affidabilità, un’azione di presidio del territorio continua, intensa, davvero fuori dal comune. A loro va il mio ringraziamento”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia