Al Teatro Sociale grande attesta per il ritorno dei Sonics VIDEO

Dopo il successo ad Edimburgo, il debutto italiano all'Arena del Teatro sociale di Como.

Como città, 03 Luglio 2019 ore 16:20

Grande attesa per il ritorno dei Sonics al Festival Como Città della Musica; sabato 6 luglio 2019, alle ore 21.30 all’Arena del Teatro Sociale il gruppo di performers guidati da Alessandro Pietrolini e specializzati in acrobazie aeree, debutterà in anteprima italiana con lo spettacolo Toren.

Sonics, grande attesa per il ritorno

Il gruppo di danza acrobatica coniuga da sempre gesto atletico e poesia, forza fisica e leggerezza, danza e acrobazie. Insieme immaginano e realizzano spettacoli dal forte impatto visivo, sempre sospesi tra sogno e realtà, una leggerezza e un volo che nascono da disciplina, allenamento, tensione ad un moto perfetto. Disegnano coreografie dove sono previste figure complesse e pericolose, in cui i danzatori devono calarsi e lasciarsi sospesi, interagendo con macchine e attrezzi di scena di propria ideazione.

Da Edimburgo al Teatro sociale di Como

Presentato in anteprima mondiale al Fringe Festival di Edimburgo, forte di quell’incredibile esperienza umana ed artistica, Toren è un vero e proprio ‘inno’ al colore, simbolo di felicità, passione e speranza. In questo spettacolo i Sonics mettono da parte la drammaturgia, per concentrarsi sull’immaginazione e sul proiettarsi in una nuova dimensione.

Uno spettacolo innovativo da guardare con occhi diversi

Toren è innovativo, ma non tradisce le origini della compagnia e l’indole da sempre applaudita e capace di suscitare grande sorpresa, quella propria dei fanciulli. Lo spettacolo suggerisce una riflessione: tutta la magia e l’emozione che il colore è in grado di creare si perdono man mano che l’essere umano diventa adulto.Il segreto di Toren è cominciare a guardare la vita con occhi diversi, solo a quel punto il bianco si rivelerà per quello che è in realtà, la somma di tutti i colori.

Tra sfumature e ricordi

Si tratta di uno show visivo ricco di sfumature, nato con l’intento di far riaffiorare le nostre emozioni, le esperienze e le avventure del nostro vissuto, ricordi sempre imprevedibili e mutevoli, come mutevole è la scenografia ad elastici presente in scena, che ad ogni quadro cambia composizione, forma e colore, consegnandoci immagini sempre diverse.

LEGGI ANCHE >> Sta per tornare il Festival Como Città della Musica 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia