da non perdere

Bellezze Interiori sta per tornare: due giorni alla scoperta dei giardini segreti di Como e Brunate

Il 19 e 20 settembre seconda edizione del festival che organizza quest'anno anche diversi eventi.

Bellezze Interiori sta per tornare: due giorni alla scoperta dei giardini segreti di Como e Brunate
Como città, 07 Settembre 2020 ore 14:45

Sta per tornare uno degli eventi di maggior successo della stagione passata: il Festival Bellezze Interiori che porta il grande pubblico a visitare giardini e cortili privati, che aprono le loro porte del tutto eccezionalmente. L’appuntamento è per il weekend del 19 e 20 settembre a Como e, novità di questa seconda edizione, a Brunate.

Bellezze Interiori

Dopo i successi dell’edizione precedente che ha visto l’adesione di 11 giardini, quaranta volontari, e oltre dieci organizzazioni coinvolte, i cancelli torneranno ad aprirsi durante una due giorni che vedrà coinvolti attivamente 15 luoghi tra privati e pubblici dove saranno ospitati per la straordinaria occasione un totale di 40 eventi tra musica, arte, cultura, laboratori e molto altro.

Diverse le novità messe a punto per questa edizione, tra cui le audioguide realizzate allo scopo di accompagnare i visitatori in un’esperienza di immersione totale tra aneddoti storici e riferimenti architettonici. A raccontare in questi brevi audio disponibili online saranno proprio i proprietari di questi luoghi: non bisogna quindi dimenticarsi di portare gli auricolari.

Bellezze Interiori è l’ambizioso progetto nato per rendere accessibili al pubblico quei luoghi ancora ad oggi sconosciuti ai più, nonché di promuovere e valorizzare le risorse e i soggetti territoriali comaschi. E’ realizzato dalla cooperativa Tikvà – economie territoriali inclusive grazie al contributo di Fondazione Provinciale Della Comunità Comasca Onlus, di Camera di Commercio Como – Lecco e di Acli – Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani, patrocinato dal Comune di Como e dal Comune di Brunate. Quest’anno anche con il sostegno di Albergo Bellavista, Bar Il Cortiletto, Ostello Bello Lake Como e Terzo Spazio, all’interno dei quali sarà possibile partecipare ad eventi gratuiti di vario genere durante i due pomeriggi.

Tra quelli da non perdere la presentazione del libro “Emilio Trabella. L’uomo che sussurra alle piante” con Moritz Mantero e Marco Guggiari; il concerto in Torre Gattoni con il visual show di Olo Creative Farm ma anche due mostre: “Nothing it’s real” nel Giardino Pensile di via Volta 66 grazie allo Studio Legale Spallino, e “Sinestesie condivise” di Federica Colombo in Villa Giuliani a Brunate.

“L’anno scorso abbiamo registrato circa 1300 ingressi, speriamo quest’anno di poter raddoppiare – ha spiegato Domenico Peluso, project manager dell’evento – Malgrado il calo dei turisti di questa estate per via del Covid abbiamo coinvolto le strutture ricettive che sono state entusiaste perché il festival alza il livello dell’offerta culturale per i turisti in città”. Un successo destinato a crescere. La presidente di Tikvà Francesca Paini ha infatti sottolineato che “diversi Comuni del territorio e anche uno da fuori hanno chiesto di portare il format anche da loro”.

“Vediamo positivamente queste iniziative sul territorio – ha sottolinea l’assessore alla Cultura di Como Livia Cioffi – Finché sarò qui spero di poter sempre favorire questi eventi”. Le ha fatto eco la collega al Turismo del Comune di Brunate, Violetta Bedendo: “Dopo il successo dello scorso anno a Como abbiamo subito capito che Brunate poteva essere un bel collegamento. Inoltre eravamo certi della voglia dei brunatesi di aprire le ville”.

“Il Festival è l’esempio virtuoso di come una rete solida tra soggetti privati e non profit sia in grado di generare valore per il territorio attraverso la contaminazione reciproca. Si è puntato molto nel coinvolgimento di giovani artisti, conosciuti anche all’estero ma poco inseriti invece in occasioni culturali nella nostra città. Ci saranno docenti e neo diplomati del Conservatorio di Como, associazioni giovanili, artisti dell’Accademia di Brera e fotografi premiati” ha aggiunto Peluso.

“Si sta creando una rete tra musicisti del territorio conosciuti anche all’estero, risorsa sia per la comunità che per le città di Como e Brunate. Credo che abbiamo trovato un bel modello di collaborazione per valorizzare i giovani talenti” aggiunge il M° Paolo Beschi del Conservatorio di Como.

Nulla però sarebbe stato possibile senza i ragazzi dell’Enaip di Como e in particolare degli studenti dei corsi da operatore e tecnico turistico che saranno i volontari all’accoglienza in ogni location. “Per loro è una grande occasione perché nel loro lavoro faranno questo ed è importante facciano esperienze” ha spiegato la referente Isa Botta.

I luoghi aperti al pubblico

COMO

Palazzo Lambertenghi – Via Lambertenghi n°41;
Palazzo Albricci Peregrini – Via Giuseppe Rovelli n°28;
Villa Mantero e Torre Gattoni – Via Alessandro Volta n°72;
Collegio Gallio – Via Tolomeo Gallio n°1;
Palazzo Arturo Stucchi – Via Alessandro Volta n°64;
Giardino pensile – Via Lambertenghi n°34;
Giardino pensile – Via Alessandro Volta n°66.

BRUNATE

Villa Cornelia – Via Pissarottino n° 11;
Villa Cantoni – Via Pissarottino n° 9;
Villa Rizzoli Orlandi Trenti – Via Pissarottino n°5;
Villa Cantaluppi Giuliani – Via Roma n° 13

Il programma degli eventi su bellezzeinteriori.it.

Biglietti e modalità di accesso

I visitatori, previo acquisto del biglietto, con l’ausilio della mappa consegnata, complessiva di indicazioni e programmazione, potranno visitare liberamente i cortili secondo un proprio itinerario. A loro sarà infatti dato un braccialetto arancione che permetterà l’accesso.

– Biglietto acquistato online: 10 euro intero e 8 euro ridotto per under 25.
– Biglietto acquistato al ticket office: 12 euro intero e 10 euro ridotto per under 25.
– Gratis per persone con disabilità.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia