la manifestazione

Carnevale di Cantù 2020 al via: domenica la prima sfilata PROGRAMMA

A partire dalle 14 si muoveranno in corteo i sette carri allegorici in gara.

Carnevale di Cantù 2020 al via: domenica la prima sfilata PROGRAMMA
Canturino, 31 Gennaio 2020 ore 15:22

Tutto è pronto al Carnevale di Cantù 2020 che prenderà il via con la prima delle quattro sfilate domenica 2 febbraio. A seguire i carri allegorici più grandi della Lombardia sfileranno il 16, il 23 e il 29 febbraio per un gran finale da non perdere in cui verrà annunciato il vincitore.

Come detto, tra le vie del centro storico della cittadina brianzola, sfileranno i carri allegorici più smisurati della Lombardia, realizzati dagli abilissimi maestri artigiani, nella 94a edizione del Carnevale Canturino, tradizionale ed imperdibile appuntamento per tutti gli appassionati del divertimento. Primi fra tutti, i bambini, a far ala ai sette carri in concorso e ai gruppi musicali e folkloristici che li accompagneranno in corteo, ciascuno impegnato a tenere alto l’onore della propria arte.

Carnevale di Cantù 2020: i carri in gara

Aprirà il corteo di ogni sfilata Buscait, gruppo vincitore dell’edizione 2019, che propone quest’anno “Giro giro tondo… Non fate cadere il mondo!” con un appello ai potenti della Terra. Il secondo carro nell’ordine di parata, “Il can-can lo facciamo noi”, realizzato dal gruppo Lisandrin, è invece una satira dei politici incompetenti.

Amici di Fecchio, terzo sodalizio chiamato ad esibirsi, presenta il carro più monumentale della rassegna, alto ben 13 metri e sorretto da una meccanica complicatissima che darà animazione e movimento ai personaggi raffigurati. Protagonista “Ralph Spaccatutto”.

“Se il mare vuoi salvare, aiutaci a riciclare” è il tema di denuncia ambientale e di sensibilizzazione ecologica proposto dal quarto gruppo, La Maschera. Il carro è costruito impiegando sia la cartapesta, sia, principalmente, bottiglie di plastica riciclate ed altro materiale di recupero.

Tema, invece, tradizionalissimo di satira politica, proposto dai Bentransema, è “Tra gallo e galletti, siamo sempre più poveretti” che guarda con compassione al popolino tartassato. Il Coriandolo ci riconduce a forza a considerare la questione della deforestazione. “Australia” è il grido che monta dalle fiamme di un albero dalle fattezze di un volto umano.

Sempre sulla scia ambientalista, i Baloss hanno allestito il carro dal titolo “Sommersi in un mare di plastica”, al fine di sensibilizzare la collettività intorno all’insensatezza dell’utilizzo della plastica monouso.

Ultimo nella descrizione, ma sempre primo a sfilare davanti ai sette carri in competizione, spetterà a Truciolo il compito di aprire il corteo, sorridendo sornione dall’alto del suo carro, stipato all’inverosimile di bambini in festa. E, in mezzo a loro, ci sarà pure qualche ospite d’eccezione poiché, come ogni anno, hanno garantito la propria presenza molti giocatori della Pallacanestro Cantù.

Informazioni utili

L’ingresso alle sfilate è gratis per i minori fino a 14 anni. Per tutti gli altri è richiesto l’acquisto del biglietto al costo di 6 euro. E’ possibile acquistarlo agli ingressi del circuito o in prevendita online su www.liveticket.it.

I punti di accesso al circuito sono: via Milano, via Enrico Brambilla, via Giacomo Matteotti, corso Unità d’Italia, via Unione, via Armando Diaz, corso unità d’Italia e via G. Carcano. La partenza della sfilata è fissata alle 14 in piazza Volontari della Libertà; il corteo quindi imboccherà via Paolo Damiani, corso Unità d’Italia, via Luciano Manara e infine via Giulio Carcano per il ritorno in piazza.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.carnevalecanturino.it.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve