Conferenza stampa Barni "El paes de scuprì"

Il 16 agosto la Giornata Pedonale

Conferenza stampa Barni "El paes de scuprì"
Cultura 28 Luglio 2017 ore 14:43

Conferenza stampa Barni: la giornata pedonale avrà luogo mercoledì 16 agosto. Sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre, invece, le giornate dedicate al dialetto e alla valorizzazione dell'identità locale. Presenti alla conferenza stampa Barni Marco Fioroni (Culturabarni), Danilo Bianchi (sindaco di Magreglio e assessore al turismo della Comunità Montana), Francesco Rusconi (per il patrocinio del Comune di Barni), Giulia Caminada (coordinatrice del progetto "Un paese in posa") e l'architetto Eleonora Lisi.

Conferenza stampa Barni: 16 agosto Giornata Pedonale

Oggi, venerdì 28 luglio, nella conferenza stampa tenutasi nella Sala del Consiglio Comune di Barni si è parlato del progetto "Barni, el paes de scuprì": un esempio di tutela e salvaguardia del territorio dell'Alta Vallassina e delle sue tradizioni voluto dall'associazione Culturabarni e supportato dalla Regione Lombardia. Introdotta da Marco Fioroni, presidente dell'associazione culturale barnese, che ha parlato di "tre iniziative in sinergia, legate dall'aspetto culturale". La Giornata Pedonale rispecchia una lunga tradizione del paese della Vallassina, come sottolinea lo stesso Marco Fioroni: "Siamo stati i primi a proporre questo tipo di iniziativa, che vuole far conoscere ai barnesi ciò che hanno: il patrimonio culturale di Barni, ad esempio legato alla civiltà contadina. Siamo riusciti in questo intento, vale la pena fare conoscere le bellezze del paese tra cui la chiesa romanica e il castello. Ogni anno si stabilisce un tema comune, gestito in modo diverso da ogni cortile. Le corti saranno visitabili gratuitamente, gli allestimenti saranno curati dai barnesi e da produttori che porteranno i loro espositori per il mercato artigianale; costruiremo un percorso in modo tale che tutti possano visitare tutte le corti, poi alla fine faremo una specie di quiz con domande su ciò che hanno visto; ci saranno varie iniziative per bambini e adulti; alla sera allestiremo dei tavoli dove poter assaggiare le specialità locali e, per finire, ci sarà l'albero della cuccagna".

Il 30 settembre e 1 ottobre giornate del dialetto

Alla conferenza stampa Barni si è parlato anche del progetto "Un paese in posa - Gh'eva una volta a Barni", che prende spunto dal progetto fotografico ideato lo scorso anno da Giulia Caminada. A partire da questo verrà realizzata un'esposizione permanente, dove 40 ritratti di persone insieme a oggetti della tradizione contadina verranno collocati in un percorso per le vie del paese. Grazie ai finanziamenti dati da Regione Lombardia si organizzeranno due giornate per valorizzare l'identità locale e riportare il dialetto nelle strade: sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre. Un gruppo folkloristico proveniente dalla Val Cavargna realizzerà una performance per far calare il pubblico nella vita del paese e ci saranno varie iniziative rivolte anche ai giovani. Nella giornata di sabato ci sarà un convegno sul canto popolare, con un percorso accompagnato da mediatori linguistico-dialettali. Infine, un mercatino a chilometro zero coi produttori del territorio.

Restauro della chiesa

L'architetto Eleonora Lisi ha anche parlato, durante la conferenza stampa Barni, dei problemi della chiesa del paese e degli interventi che sono stati progettati. La chiesa è stata inserita in due bandi per ottenere finanziamenti: uno della Fondazione Comasca (per 50 mila euro) e uno del FAI, dove l'edificio religioso si è classificato al primo posto in provincia di Como nel concorso "I luoghi del cuore". Per raccogliere fondi, a breve verrà lanciata una lotteria e verranno messi in vendita dei dolci particolari sotto forma di biscotti. Lo scopo è integrare ciò che non sarà dato come contributo dai due bandi.

Necrologie