Cultura
L'ESPOSIZIONE

De Agostini, sogni e successi: la cartografia comasca nel mondo in mostra in città

La Famiglia Comasca ospita nelle sue sale in via Bonanomi a Como la mostra “I De Agostini e la cartografia” fino al 28 giugno.

De Agostini, sogni e successi: la cartografia comasca nel mondo in mostra in città
Cultura Como città, 17 Giugno 2022 ore 16:12

La Famiglia Comasca ospita nelle sue sale in via Bonanomi a Como la mostra “I De Agostini e la cartografia”, dal 17 al 28 giugno, realizzata con il Patrocinio del Consiglio di Presidenza della Regione Lombardia, del Comune di Como e del Consolato Generale del Giappone a Milano.

De Agostini, sogni e successi: la cartografia comasca nel mondo in mostra in città

Promossa dall’associazione Italgeo fondata da Giovanni De Agostini che rappresenta – come testimonia il cognome – l’ultimo ramo della celebre famiglia che ha fatto la storia della geografia in Italia partendo da un piccolo laboratorio avviato a Como – la mostra celebra i 130 anni di storia della moderna cartografia italiana iniziata a Como e poi portata nel mondo.

Ceduta l’azienda, Giovanni e Minori De Agostini hanno vestito i panni dei “custodi della memoria” con lo scopo di far conoscere l’opera della famiglia e mantenerne vivo il ricordo, ma anche con l’obiettivo di arrivare ad aprire un museo per conservare ed esporre il materiale prodotto in oltre un secolo di attività.

L’iniziativa ci riporta indietro nel tempo e ci fa conoscere la storia di una famiglia italiana particolarmente legata al territorio lombardo. Sono passati 130 anni da quando Giovanni De Agostini è andato a studiare in Germania per poter poi introdurre la moderna cartografia in Italia, realizzando il primo laboratorio a Como che eseguiva lavori cartografici con sistemi moderni e che ha permesso ai lettori di veder rappresentata su carta la natura e la morfologia del terreno e immaginare il mondo in un percorso teso a riscoprire gli aspetti naturalistici, storici, geografici e artistici facendo vedere, con l’immaginazione, il mondo che ci circonda.

ALCUNE DELLE STORICHE TAVOLE IN MOSTRA

3 foto Sfoglia la gallery

L’esposizione - in gemellaggio con la città Giapponese di Tokamachi - si compone di 20 tavole cartografiche geopittoriche in originale e offre al visitatore una panoramica unica sulla produzione cartografica della storica famiglia De Agostini, in particolare del fondatore dell’Istituto Geografico De Agostini Giovanni con l’Atlante dei Laghi Lombardi, del figlio Federico e del fratello Alberto Maria, quest’ultimo famoso per le sue esplorazioni della Patagonia e della Terra del Fuoco. Esposte in mostra: la Carta del lago di Como del 1896, la Carta Stradale del 1906-1910, alcune Carte dei Laghi Lombardi del 1896-1904, la Cartografia Scolastica, le tavole della Provincia di Como dell’Enciclopedia Italgeo.

L’obiettivo della mostra è quello di far conoscere ai cittadini comaschi ma anche ai turisti il valore e la bellezza della tradizione cartografica italiana, aumentandone l’apprendimento e sensibilizzando affinchè si custodisca e si valorizzi sempre di più questo patrimonio artistico. Tornare, quindi, al punto di partenza, riflettendo sul modo in cui i nostri predecessori pensavano alla cartografia e sul contributo che gli stessi hanno dato alla nostra cultura, ma allo stesso tempo di guardare avanti alle meraviglie della nuova tecnologia digitale.

La mostra è visitabile dal lunedì al sabato, dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00, con ingresso libero.

Foto: De Agostini

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie