a lariofiere

Domani al via la 20^ edizione di Agrinatura

L’iniziativa mira a valorizzare il territorio e le sue eccellenze naturalistiche ed enogastronomiche.

Domani al via la 20^ edizione di Agrinatura
Erba, 01 Ottobre 2020 ore 17:02

Agrinatura, il tradizionale e consolidato appuntamento di Lariofiere per le famiglie dedicato all’agricoltura, alla natura e all’ambiente compie 20 anni e segna la ripartenza fieristica della Fondazione. Da sempre Agrinatura favorisce la valorizzazione della filiera agricola e forestale, la promozione del turismo rurale e del patrimonio naturalistico e ambientale. Con l’iniziativa si vogliono affermare alcuni concetti cardine legati al tema agricolo, tra cui la difesa della biodiversità e la costruzione di reti territoriali che uniscono gli operatori agricoli.

Domani al via la 20^ edizione di Agrinatura

L’iniziativa mira a valorizzare il territorio e le sue eccellenze naturalistiche ed enogastronomiche, focalizzando l’attenzione sul virtuoso connubio tra tradizione e innovazione. Come spiega il Presidente di Lariofiere, Fabio Dadati: “Agrinatura è espressione della valorizzazione della sfera rurale territoriale, vista come motore aggregante delle comunità che si ritrovano intorno ai temi dello sviluppo sostenibile, di un turismo green, della salvaguardia della natura e delle tradizioni ma sempre con una grande attenzione all’innovazione tecnologica. La Mostra si propone di sottolineare e far emergere, soprattutto nella situazione contingente, in cui è necessario ripartire creando nuove sinergie tra i settori economici, la stretta relazione tra agricoltura e turismo, con gli operatori turistici che diventano divulgatori e promotori delle produzioni agricole territoriali, del valore del Km zero, inserendo nei propri menù e nelle varie proposte culinarie i prodotti tipici locali.
Gli operatori turistici assurgono così al ruolo di ambasciatori di un’agricoltura di prossimità”.

A tali tematiche si riconduce l’evento inaugurale di questa 20^ edizione di Agrinatura, promosso da Coldiretti Como e Lecco: venerdì 2 ottobre alle ore 11 si affronterà il focus “Agricoltura e turismo #Ripartono insieme” in cui dialogheranno, a livello istituzionale, Rappresentanti del comparto agricolo e turistico sullo stato dell’arte, sui progetti comuni di ripresa e le prospettive per entrambi i settori: “Quello tra agricoltura e turismo – anticipa Fortunato Trezzi, Presidente della Coldiretti interprovinciale – è un legame inscindibile, da rafforzare per accrescere ulteriormente l’appeal del territorio in uno scenario in costante cambiamento: il cibo, ma anche gli itinerari tra natura e agricoltura, rappresentano una risorsa formidabile da mettere a sistema”.

Il programma 

Nel programma che Coldiretti Como e Lecco ha sviluppato per i tre giorni di Agrinatura troviamo una corposa proposta di percorsi di valorizzazione delle produzioni agricole territoriali:

Showcooking con i cuochi contadini;
AperiLario: degustazioni guidate di vini del territorio;
Esposizione “Il bosco d’autunno…li conosci tutti i nostri funghi?”;
Incontro sul tema “Assaggiamo l’olio lariano e impariamo a conoscerlo”;
Esposizione “Il Lago di Como, terra di fiori e aromatiche”;
Incontro sul tema “Nella case delle api…alla scoperta del miele”;
Esposizione “I formaggi e stracchini lariani… e la loro storia”
Incontri BtoB con gli operatori: “Agrinatura in agriturismo”

Per gli amanti degli alberi e dell’arboricoltura tutti i giorni dalle 16.30 alle 17.30 verrà presentato il laboratorio con dimostrazione pratica di treeclimbing “Il sistema albero – Basi di arboricoltura per comprendere l’albero in ogni sua forma”: Cos’è l’arboricoltura? Chi è l’arboricoltore? Quale lavoro svolge e che obbiettivi si pone? Quando una pianta è pericolosa? Quando e perché intervenire? Quale tipo di potatura effettuare? Cos’è una capitozzatura? Di quali strumenti si avvale un arboricoltore?

Tutti i giorni dalle 15 alle 16 verrà proposto il seminario “I benefici del verde in città”. Nasce dalla necessità di comprendere il ruolo chiave dell’elemento arboreo all’interno dei centri urbani. E’ destinato al cittadino che vive il patrimonio arboreo urbano ed al cittadino che ha la fortuna di possedere un patrimonio arboreo proprio. Verranno trattate tematiche quali: gli organi dell’albero, la produzione di ossigeno e l’abbattimento della CO2
Sabato 3 e domenica 4 ottobre dalle 11.30 alle 12.30 verrà proposto il laboratorio “Progettare il verde urbano. Riqualificare ed ampliare il verde urbano, investire invece di spendere” – Modelli di riqualificazione dell’esistente; come e dove progettare il nuovo; strumenti di gestione del verde urbano; l’approccio medico al verde; considerazioni economico-sociali sul verde urbano.

Riguardo all’esposizione fieristica il pubblico potrà apprezzare la presenza di oltre 100 operatori con le seguenti proposte:
Tantissime varietà di prodotti di eccellenza della nostra tradizione agroalimentare;
Cosmesi naturale;
Tavoli in legno;
Legna e cippato;
Variegate specie di rose;
Creazioni floreali;
Cactus e succulente da collezione;
Piante ornamentali;
Piccoli frutti, frutti della salute, mellifere kiwi e viti, castagni, noci, noccioli, mandorli

Ulivicoltura;
Animali della fattoria: conigli, galline, polli, vitelli, cavalli, pony, maialini, asini, capre, pecore;
Valorizzazione del patrimonio naturalistico
Un’edizione per tutta la famiglia, in cui grandi e piccoli potranno vivere l’esperienza ed il fascino del mondo agricolo.

Info ingressi

L’ingresso ad Agrinatura per bambini e ragazzi fino a 17 anni è gratuito; dai 18 anni il costo d’ingresso è pari a €5. Il parcheggio è gratuito. Novità della ripresa fieristica: la nuova gestione diretta dei servizi ristorativi da parte di Lariofiere con la collaborazione di studenti e docenti del Centro di Formazione Professionale Alberghiero di Casargo. Per agevolare la conoscenza e la fruizione dei nuovi servizi ristoro, con il biglietto d’ingresso verrà corrisposto un voucher di pari valore da spendere presso il ristorante di Lariofiere.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia