L'artigianato incontra la globalizzazione

Festival del Legno in sinergia con Parolario: il nuovo libro di Barisoni inaugura l’edizione 2020

Giovedì 19 novembre il popolare conduttore radiofonico presenterà in anteprima il suo ultimo saggio, "Terra incognita".

Festival del Legno in sinergia con Parolario: il nuovo libro di Barisoni inaugura l’edizione 2020
Como città, 17 Novembre 2020 ore 16:09

A volte le parole possono creare legami profondi e coesi. È il caso di Parolario, arrivato al suo ventesimo anniversario, e del Festival del Legno, che quest’anno compie otto anni. Per le rispettive edizioni 2020, l’associazione culturale comasca ha scelto il tema del coraggio, mentre il ciclo di eventi canturini ha nell’audacia il suo nucleo centrale. Due aree semantiche affini, che segnano la sinergia tra le due parti. in campo questo mese.

In particolare, giovedì 19 novembre alle ore 19.30 il Festival del Legno si aprirà con la presentazione, in anteprima nazionale, del libro “Terra incognita” di Sebastiano Barisoni, edito da Solferino e disponibile in libreria da giovedì 3 dicembre. L’incontro, organizzato da Parolario e moderato in streaming dal giornalista Enrico Marletta, sarà fruibile in diretta anche sulla pagina Facebook dell’associazione di Como (qui il link alla pagina).

Festival del Legno 2020, il nuovo libro di Barisoni analizza la crisi globale

Nel corso dell’evento, Barisoni, conduttore radiofonico e vicedirettore di Radio24, offrirà una analisi controcorrente della crisi globale, soffermandosi su una domanda: la globalizzazione è davvero negativa e superata?

Da un lato, l’emergenza pandemica ha accentuato in modo drammatico gli eccessi e le debolezze di un processo problematico già in atto. Dall’altro, Barisoni sottolinea la necessità di riconoscere gli aspetti di umanità che l’intelligenza artificiale e gli algoritmi, sovrani nel mercato, non sono in grado di raggiungere, e su cui le imprese dovrebbero concentrare forze e strategie.

Con grande capacità divulgativa e ampio ricorso a dati e aneddoti, l’autore spiega nel suo libro la nostra resistenza al cambiamento e l’illusione di un ritorno a una golden age. Numeri e riflessioni di costume s’intrecciano in queste pagine, per suggerire una rotta di navigazione in “terra incognita”, tra rischi e incertezze, fallimenti e speranze per il futuro di tutti.

Martina Sangalli

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia