Cultura
Più responsabilità

"Greenwashing e globalizzazione": associazione Lissi torna con un nuovo evento

L'evento, che si terrà sabato prossimo, vedrà la partecipazione dell'economista Pietro Rizzi e dell'esperta di comunicazione Sara Mancabelli

"Greenwashing e globalizzazione": associazione Lissi torna con un nuovo evento
Cultura Como città, 24 Novembre 2020 ore 10:12

L'associazione Alfonso Lissi di Como non si lascia fermare dalla situazione sanitaria, e torna in pista con un nuovo evento: sabato 28 novembre, alle ore 16, si terrà il webinar "Greenwashing e globalizzazione: le responsabilità dell’economia nel cambiamento climatico". L'incontro online vedrà intervenire due ospiti: Pietro Rizzi, economista, e Sara Mancabelli, responsabile della comunicazione di Rete Zero Waste.

Tutti possono partecipare, compilando questo form: https://bit.ly/2Ha4pQy. Il giorno dell'evento, gli iscritti riceveranno via mail il link per accedere alla conferenza.

Associazione Lissi contro il greenwashing: che cos'è?

In un mondo globalizzato come il nostro, basta poco per far crollare l'equilibrio di un intero sistema, svelandone le criticità: questo è accaduto con la pandemia da coronavirus, che ha scardinato le nostre presunte certezze.

Già prima dell'emergenza sanitaria, in realtà, le contraddizioni della nostra società erano venute a galla: il movimento #FridaysForFuture, ad esempio, ha sottoposto all'attenzione pubblica il tema dei cambiamenti climatici, imprimendo una svolta anche nella sensibilità del comune cittadino. Oggi, le dinamiche dell'iper-consumo non sono più accettabili, soprattutto presso le nuove generazioni.

Molti brand hanno quindi deciso di accogliere le esigenze dei consumatori, con proposte volte alla sostenibilità ambientale. Quando, però, sono le grandi società a promuovere la battaglia ecologica, sorge il dubbio che questa nuova vocazione sia perlopiù ipocrita, a fronte del loro passato poco "verde".

In particolare, per greenwashing si intende il tentativo da parte delle imprese di adottare una politica green, promuovendo in apparenza una forma di brand activism (attivismo pubblicitario). L'entusiasmo per questa nuova missione è in realtà soltanto di facciata: il tema viene piuttosto esibito con l'intento di creare una immagine positiva dell'azienda, mentre di fatto si continuano a perpetrare comportamenti dannosi per il nostro pianeta.

Durante la conferenza, i relatori Pietro Rizzi e Sara Mancabelli spiegherano come la globalizzazione e il fenomeno del greenwashing siano strettamente connessi al cambiamento climatico, sempre più preoccupante per l'accelerazione dei processi di inquinamento.

A seguito dell'intervento, sarà possibile interagire e dialogare con i due ospiti, sperando che da questo confronto possiamo uscire, tutti, un po' più responsabili.

"Greenwashing e globalizzazione", la locandina dell'evento

(Fonte immagine: sito dell'associazione)

Martina Sangalli

Necrologie