Cultura
sul palcoscenico

Il Teatro Sociale è pronto per una Stagione Notte 2021/22 molto speciale: il programma completo

Si parte con "Il barbiere di Siviglia" e non mancheranno personaggi come Isabella Ferrari, Michele Placido ed Ettore Bassi.

Il Teatro Sociale è pronto per una Stagione Notte 2021/22 molto speciale: il programma completo
Cultura Como città, 10 Settembre 2021 ore 14:55

Riparte, finalmente, il Teatro Sociale di Como con l'avvio il prossimo 23 settembre della Stagione Notte 2021/22. Quattro sono i motori principali a guidare la creatività della Stagione e l’approccio al pubblico e alla collettività: storia, cultura, innovazione, sostenibilità, motori ed ingranaggi di una macchina proiettata nel futuro, a partire dall’imminente contemporaneità. E' chiara, soprattutto in chiave sostenibilità, l'impronta della nuova presidente di Aslico, Simona Roveda. Non a caso la stagione porta il coinvolgente titolo "Il canto delle balene", specie a rischio estinzione.

Il Teatro Sociale è pronto per una Stagione Notte 2021/22: l'Opera

Ad inaugurare (23 e 25 settembre 2021) la stagione, è "Il barbiere di Siviglia" di Gioachino Rossini, sotto la direzione di Jacopo Rivani, per la regia, scene e costumi di Ivan Stefanutti, con i vincitori e finalisti delle ultime edizioni del Concorso AsLiCo per giovani cantanti lirici. A sposare gli ideali della Stagione Notte troviamo un’immagine emblematica di Nicola Salvatore (Sui ghiacci, 2014) artista campano che vive e lavora a Como. Di Nicola Salvatore, in occasione del titolo inaugurale è allestita la mostra "Danze di ombre e Balene" in Sala Pasta, che rimarrà dal 23 settembre al 24 ottobre 2021, aperta tutti i giorni di spettacolo e sabato mattina dalle ore 10.00 alle 14.00. L’immagine della balena torna, in diverse metamorfosi, fil rouge nella narrazione dei prossimi mesi e protagonista assoluta di "Acquaprofonda", opera contemporanea commissionata a Giancarlo De Cataldo e Giovanni Sollima per il progetto Opera Domani, giunto alla XXV edizione.

Gli spettatori troveranno in calendario alcune produzioni già annunciate nella stagione 2019/2020, affiancate ad altre, che invece arriveranno a Como per la prima volta. Per quel che riguarda l'Opera, lo spettacolo inaugurale sarà seguito (6 novembre e 7 novembre), da "La Bohème" di Giacomo Puccini, a dirigere Giovanni Di Stefano, per la regia di Renata Scotto. Il terzo titolo è "Iphigénie en Tauride", (19 novembre e 21 novembre), tragédie lyrique in quattro atti di Christoph Willibald Gluck, diretta da Federico Ferri, per la regia di Emma Dante. Seguirà (2 e 4 dicembre), "Il trovatore" di Giuseppe Verdi, diretto da Jacopo Brusa con la regia di Roberto Catalano. Ultimo titolo, come sempre a gennaio (14 e 16), "La fanciulla del West" di Giacomo Puccini, diretta da Valerio Galli, per la regia di Andrea Cigni.

La Prosa

Ad inaugurare la stagione della Prosa uno degli spettacoli più attesi nella scorsa stagione: il monologo "Fedra" (14 ottobre), testo a cura di Ghiannis Ritsos, regia a cura di Vittoria Bellingeri, voce recitante Isabella Ferrari, al violino Georgia Privitera. Un altro grande nome della scuola teatrale italiana è atteso il 26 ottobre: Michele Placido, diretto da Paolo Valerio in "La Bottega del Caffè" di Carlo Goldoni. Il 12 febbraio è stata riprogrammata "Misericordia", scritta e diretta da Emma Dante, con Italia Carroccio, Manuela Lo Sicco, Leonarda Saffi, Simone Zambelli, luci di Cristian Zucaro. Tra i grandi classici, un capolavoro del premio Nobel per la letteratura, Luigi Pirandello, "Enrico IV", in scena il 24 febbraio, con scene e regia di Yannis Kokkos.

Tra le opere teatrali più note di Arthur Miller, "Morte di un commesso viaggiatore" andrà in scena il 9 marzo per la regia di Leo Muscato con Alessandro Haber, Alvia Reale, Alberto Onofrietti e Michele Venitucci. Due spettacoli a metà marzo sono concatenati a creare suspence e a proiettare lo spettatore in tre diversi scenari: "Delitto di via dell’Orsina" di Eugéne Labiche (15 marzo), con Massimo Dapporto, Antonello Fassari, Susanna Marcomeni, Andrea Soffiantini, Francesco Brandi, al pianoforte Giuseppe Di Benedetto, adattamento e regia Andrée Ruth Shammah, una co-produzione Teatro Franco Parenti / Fondazione Teatro della Toscana; dall’omonima pellicola, "L’attimo fuggente" (17 marzo), di Tom Schulman, per regia di Marco Iacomelli, con Ettore Bassi riporterà alle atmosfere di una delle pellicole più significative di Robin Williams nei panni di John Keating.

La Danza

Momenti di danza classica si alternano a momenti di danza sperimentale e contemporanea. Il primo appuntamento è con "La Nona – Zappalà danza" (29 ottobre), su musiche Ludwig Van Beethoven (l’immortale Sinfonia n.9 op.125, nella trascrizione per due pianoforti di Franz Liszt), su coreografie e regia Roberto Zappalà, drammaturgia di Nello Calabrò, pianisti Luca Ballerini, Stefania Cafaro, controtenore Riccardo Angelo Strano / soprano Marianna Cappellani, Compagnia Zappalà Danza.

Venerdì 12 novembre "Boomerang gli illusionisti della Danza" recuperano una data che era stata prevista all’interno del XIV Festival Como Città della Musica. Il 27 novembre segue "Blu Infinito", per le coreografie di Anthony Heinl, eVolution dance theater.

Un grande classico, immancabile la sera di Capodanno (31 dicembre), "Lo Schiaccianoci" di Pëtr Il'ič Čajkovskij, regia e coreografia di Evgeniya Bespalova, Russian Classical Ballet. Parson dance ritorna sabato 19 febbraio. Il 12 marzo, "Alice in Wonderland", balletto del Circus Theatre Elyseum (già atteso nel 2020), quasi un musical è destinato a creare stupore e meraviglia per la spettacolarità delle coreografie e degli effetti speciali. Segue (il 2 aprile), sulla musica di Sergej Prokof’ev, "Cenerentola", coreografia, regia, drammaturgia
di Jiři Bubenicek (dalle fiabe dei Fratelli Grimm), scene Jiři Bubenicek e Nadina Cojocaru, costumi Nadina Cojocaru. Una produzione del Nuovo Balletto di Toscana.

Non mancheranno i concerti, i musical, gli spettacoli per i bambini e quelli con gli artisti del territorio né mancherà il tradizionale progetto Opera Domani dedicato ai ragazzi.

IL LIBRETTO CON LA STAGIONE COMPLETA

Necrologie