cultura

La rassegna di teatro “Nivul e sogn” non si ferma: sarà una decima edizione virtuale e coinvolgente

Appuntamenti online dal 6 al 28 giugno prossimo.

La rassegna di teatro “Nivul e sogn” non si ferma: sarà una decima edizione virtuale e coinvolgente
Como città, 02 Giugno 2020 ore 12:00

Si terrà in modo diverso ma si terrà la decima edizione della rassegna “Teatro Poetico – Nivul e Sogn 2020” dal titolo evocativo per questo periodo “E siamo ancora qui”.

La rassegna di teatro “Nivul e sogn” non si ferma

Il titolo della rassegna è tratto dall’omonima poesia di Ilaria Leone, premiata al concorso internazionale di poesia e narrativa Città di Salò 2010 nonché membro fondatore dell’associazione. L’associazione Orizzonti Inclinati, che organizza l’evento con la collaborazione di Associazione Giosuè Carducci, Club amici Salvatore Quasimodo di Como, Arci Como, Parco letterario Salvatore Quasimodo, Casa natale Museo Salvatore Quasimodo e il patrocinio del Comune di Como e dell’Università degli Studi dell’Insubria, è stata fra i primi, agli inizi di marzo, a lanciare l’idea di leggere racconti, fiabe, storie al telefono. E ancora oggi, continua a leggere alle persone che telefonano e che scrivono, da tutta Italia.

“E davvero vorremmo che fosse un contagio; ma di belle parole, di sogni, di armonia, di arte, di emozioni, di spiritualità nella natura, per contrastare l’altro contagio; quello delle morti, delle solitudini, delle ingiustizie, delle corruzioni, degli errori, dell’economia che va a dileguarsi in povertà per coloro che già sono poveri e avranno sempre di meno e in ricchezza per quanti già sono ricchi e non perderanno nulla – spiegano gli organizzatori – Una rassegna strana ma come strano è questo tempo, del resto. Una rassegna pensata con gioia ma anche con rabbia per la grande disattenzione al mondo del teatro, dello spettacolo. Forte è la ‘resistenza’ che viene chiesta a tutti; alle persone, soprattutto a chi non ha una casa e a chi non ha i mezzi per vivere una vita dignitosa; a quelli che lavorano ma di più a quelli che un lavoro non ce l’hanno. Nel campo dello spettacolo, il nostro lavoro che tanto amiamo, per il quale abbiamo fatto delle scelte di vita, è dura la resistenza. Grazie all’Arte creativa, forse riusciremo a salvare la ragione”.

Una rassegna informale che si articola dal 6 al 28 giugno, con letture, poesie, monologhi teatrali. Un piccolo cast, quello di Teatro Arte. Anche altre persone stanno lavorando per attuare questa rassegna, con l’intento di diffondere bellezza: attori, allievi, musicisti, scenografi, grafici, web master. Tutti gli eventi saranno pubblicati sul canale youtube dedicato.

Il programma completo

Foto in copertina di repertorio

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia