Cultura
l'unione fa la forza

L'Accademia Giuditta Pasta e la Casa della Musica unite sotto lo stesso tetto lanciano un ricco programma: dal Terezin al Festival A Due Voci

Due giorni di concerti il 16 e 17 ottobre, poi una settimana di appuntamenti a novembre.

L'Accademia Giuditta Pasta e la Casa della Musica unite sotto lo stesso tetto lanciano un ricco programma: dal Terezin al Festival A Due Voci
Cultura Como città, 08 Ottobre 2021 ore 13:19

Palazzo Valli Bruni, dove hanno sede l'omonima Accademia e il Liceo musicale e coreutico Giuditta Pasta, apre le sue porte non solo per ospitare in questi giorni il Lake Como Design Festival (fino al 10 ottobre) ma anche per accogliere la Casa della Musica fondata dal presidente Bruno Dal Bon.

L'Accademia Giuditta Pasta e la Casa della Musica unite sotto lo stesso tetto lanciano un ricco programma

L'Accademia di musica e danza, guidata dalla direttrice Roberta Di Febo, e la Casa della Musica uniscono le loro forze per dare vita insieme a una serie di eventi musicali e non solo, che abbracceranno tutte le arti. L'antico palazzo di via Rodari 1 da oggi non ospiterà solamente i ragazzi che vogliono dedicare la loro vita a musica e danza ma anche al nuovo hub della Casa della Musica, associazione nata nel 2014 sulla scia dell'esperienza dell'Università popolare di musica di Como.

"Personalmente sto realizzando un sogno - ha esordito Di Febo - quello di aprire Palazzo Valli Bruni alla città e alle manifestazioni di cultura che arrivano da più enti del territorio. In questi giorni ospitiamo il Lake Como Design Festival con grande piacere e da oggi parte la convenzione con la Casa della Musica". Le ha fatto eco il presidente Dal Bon: "Sono felice di essere qui perché dopo tanti anni la nostra associazione ha trovato una casa che vuole diventare un luogo dove la comunità può incontrare la musica, non solo attraverso degli spettacoli, ma anche con incontri, riflessioni, appuntamenti di dialogo sul ruolo di quest'arte. Vuole diventare un polo dove poter coinvolgere giovani e professionisti".

Due i primi eventi in calendario. La settimana del 17 ottobre sarà dedicata a eventi in memoria degli artisti di Terezin trucidati a Birkenau. Il progetto prende il nome dal ghetto nazista dove furono imprigionati dal 1941 al 1944 migliaia di musicisti, artisti, poeti, letterati che fino all'ultimo giorno non si diedero per vinti e continuarono a fare arte: in 1300 finirono nei forni di Auschwitz. Quest'anno i concerti del 16 e 17 ottobre saranno dedicati allo sterminio delle popolazioni Rom, Sinti, Manush e Kalé.

La seconda iniziativa che si svolgerà nella nuova sede è il Festival A Due Voci, che unisce musica e filosofia, che per la prima volta sarà promosso nell'ambito della Jounée mondiale de la philosophie patrocinata dall'Unesco che si festeggia in tutto il mondo il 18 novembre. Dal 18 al 21 quindi si esibiranno i vincitori di Call For Projects, giovani under 35 che hanno presentato progetti sulla musica e la filosofia.

Proprio il Festival A Due Voci ha ricevuto i fondi del Bando Cultura del Comune di Como. "Nello specifico abbiamo sostenuto economicamente il Festival ma sono molto lieta di assistere soprattutto all'unione nello stesso luogo dell'Accademia e della Casa della Musica - ha commentato l'assessore alla Cultura Livia Cioffi - Ho visto nascere questo progetto e ne sono molto soddisfatta".

Necrologie