Cultura
al sociale

Torna Opera Domani, la lirica per i bambini: debutto di La Cenerentola il 29 gennaio

Il regista: "Un’avventura che ci porta a scoprire il valore fondamentale dell’incontro con l’altro, supe­rando pregiudizi e diffidenze".

Torna Opera Domani, la lirica per i bambini: debutto di La Cenerentola il 29 gennaio
Cultura Como città, 22 Gennaio 2022 ore 11:40

Torna Opera Domani, la lirica per i bambini: debutto di La Cenerentola il 29 gennaio.

Torna Opera Domani, la lirica per i bambini: debutto di La Cenerentola il 29 gennaio

Opera Domani è il format di AsLiCo che prepara bambini e insegnanti alla visione partecipata dell’opera lirica, attraverso uno specifico percorso didattico, dall’approccio con il mondo dell’opera lirica all’esperienza dello spettacolo. Uno dei format più di successo del teatro comasco che ogni anno porta centinaia di bambini a teatro.

La Cenerentola di Gioachino Rossini è il titolo prescelto per la XXVI edizione nella Stagione 2021/22. "La Cenerentola. Grand Hotel dei sogni" è stato il progetto vincitore di un bando internazionale, destinato a team creativi under35, organizzato da AsLiCo, insieme ai suoi partner coproduttori Théâtre des Champs Elysées e Opéra de Rouen, nel 2020.

Dopo tanta attesa dovuta alla pandemia, lo spettacolo debutterà al Teatro Sociale di Como con due recite di Opera Family (aperte alle famiglie) sabato 29 gennaio alle ore 16.00 e alle ore 20.30. Come sempre le recite per famiglie sono precedute dal FAMILY LAB: chi partecipa allo spettacolo, sabato 29 alle ore 14.30 potrà imparare le arie e le coreografie con Opera Education.

Le recite scolastiche sono in programma per lunedì 31 gennaio (ore 9.00, 11.00) e mercoledì 2 febbraio (ore 9.00 e 11.00), con la ripresa a Como nei mesi di marzo e giugno.

Il regista Daniele Menghini, lo scenografo Davide Signorini e la costumista Nika Campisi porteranno quindi nei teatri italiani ed europei la storia di Cenerentola ambientata in un Grand Hotel: un melting pot di culture e classi sociali differenti, una dimensione che fa dello scambio e dell’incontro una ricchezza, un luogo speciale in cui un ospite illustre come un principe può incontrare e innamorarsi proprio di una cameriera, riconoscendo la vera bellezza che si nasconde dietro un grembiule sporco. L’incontro che supera il pregiudizio è il fulcro di questa interpretazione.

“La Cenerentola. Grand Hotel dei sogni vuole raccontare – come spiega Menghini – la bellezza del viaggio che ognuno di noi è chiamato ad intraprende per realizzare la propria felicità. Un’avventura che ci porta a scoprire il valore fondamentale dell’incontro con l’altro, supe­rando pregiudizi e diffidenze. Un viaggio coloratissimo e spensierato a bordo di un ascensore da fiaba, che inizia in un Hotel e finisce tra le nuvole.”

Le scuole che aderiscono ad Opera domani, oltre a ricevere il libretto didattico sull’opera, creato ad hoc da un team di esperti, partecipano nel corso dell’anno scolastico agli incontri con i docenti AsLiCo che introducono gli elementi per comprendere l’opera lirica a tutto tondo, insegnando le principali arie liriche che i bambini canteranno dalla platea e fornendo alcuni elementi pratici per la costruzione degli oggetti di scena che useranno durante lo spettacolo. Tutto si svolge in un clima di gioco e coinvolgimento interdisciplinare.

Il percorso finisce a teatro con la visione ‘partecipata’ di una vera e propria opera lirica adatta, nei tempi e nelle soluzioni sceniche, per essere fruibile da un pubblico di giovanissimi, già preparati ad assistere come piccoli coprotagonisti. Accanto alle scolastiche sono previste recite aperte al pubblico chiamate Opera Family, per dare l’opportunità ai bambini di condividere la magia dell’opera con la propria famiglia.

Foto: edizioni passate

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie