Economia
Co.re.com.

Co.re.com. nuovo accordo tra Agcom e Regioni

Sala: "I Corecom confermano la propria vocazione di organismi al servizio dei cittadini e del territori"

Co.re.com. nuovo accordo tra Agcom e Regioni
Economia 17 Gennaio 2023 ore 10:00

Si è tenuto lunedì 16 gennaio a Roma, presso l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, un incontro-dibattito sul recente rinnovo dell'Accordo quadro tra Agcom e le Regioni per il conferimento delle deleghe ai Co.re.com.

Il nuovo accordo sui Co.re.com.

E' stato il risultato del lavoro di un tavolo tecnico composto da rappresentanti dell'autorità e delle due conferenze firmatarie. La formalizzazione è avvenuta con l'adozione della delibera n. 427/22/CONS; che sugella un rinnovato patto di fiducia tra Agcom e Co.re.com e avrà una durata quinquennale, a partire dal 1° gennaio 2023.

"L'accordo - dichiara l'avv. Marianna Sala, Presidente Corecom Lombardia e Coordinatrice nazionale Co.re.com. - definisce ed aggiorna la cornice giuridica entro la quale saranno svolte a livello locale le funzioni delegate, anche in considerazione delle modifiche normative intervenute negli anni".

Durante l'incontro sono intervenuti: Giacomo Lasorella, Presidente dell’AGCOM, Nicola Sansalone, Vice Segretario generale, responsabile dell’Ufficio Co.Re.Com e coordinamento ispettivo, Giovanni Piccirilli, professore di Diritto Costituzionale presso il Dipartimento di Giurisprudenza della Luiss Guido Carli University, Antonio Mazzeo, Presidente del Consiglio Regionale Toscana con delega ai Corecom, Maria Cristina Cafini, Presidente Corecom Lazio, Valentina Corrado, Assessora Turismo, Enti Locali, Sicurezza Urbana, Polizia Locale e Semplificazione Amministrativa della Regione Lazio, e Alessandro Casarin, direttore TGR.

Cosa è stato deciso

In particolare, ai Comitati regionali continueranno ad essere affidate la vigilanza sull'esercizio dell'attività radiotelevisiva locale, mediante il monitoraggio delle trasmissioni dell'emittenza locale, la tenuta del Registro degli operatori di comunicazione (ROC) e la decisione sulle controversie tra operatori ed utenti. Una funzione, quest'ultima, che, anche grazie all'introduzione del sistema telematico Conciliaweb, ha consentito di tutelare al meglio i diritti dei cittadini. Tra le altre novità, va segnalato un rafforzamento delle azioni educative all'utilizzo dei media da parte dei giovani che saranno attuate dai Co.re.com. nell'ambito delle attività di alfabetizzazione mediatica e digitale promosse dall'Autorità.

"I Corecom confermano la propria vocazione di organismi al servizio dei cittadini e del territorio, garantendo lo svolgimento efficace e imparziale delle funzioni attualmente affidate dalla legge, funzioni connesse, in primis, alla protezione della persona come consumatore da tutelare entro le regole del mercato e, soprattutto, come cittadino portatore di diritti garantiti dalla legislazione e dalla Costituzione" ha concluso Marianna Sala.

Seguici sui nostri canali
Necrologie