Economia
L'assemblea degli industriali

Confindustria Como e Lecco guardano al futuro: "La risposta alla crisi é nelle persone"

Gli imprenditori lariani si sono ritrovati dopo tre anni insieme a Lariofiere .

Confindustria Como e Lecco guardano al futuro: "La risposta alla crisi é nelle persone"
Economia Como città, 16 Novembre 2022 ore 18:31

Imprenditori comaschi, lecchesi e sondriesi si sono riuniti questo pomeriggio, mercoledì 16 novembre 2022, al centro fieristico di Lariofiere a Erba per l’annuale assemblea di Confindustria Como e Confindustria Lecco e Sondrio che tornano a condividere l’importante appuntamento annuale dopo tre anni.

Confindustria Como e Lecco insieme all'assemblea annuale

“People. Le persone al centro per un futuro sostenibile” il titolo dell’evento. Ad aprire i lavori sono stati il presidente comasco, Aram Manoukian, e quello lecchese, Plinio Agostoni, intervistati davanti a centinaia di imprenditori dalla direttrice del Tg1 Monica Maggioni.

Ripartiamo dalla persona, ripartiamo da noi. Sono i messaggi di questo appuntamento. “Quando lo abbiamo incontrato in occasione dell'assemblea annuale di Confindustria, il Santo Padre ha detto voi siete la componente essenziale per costruire il bene comune - ha esordito Manoukian -  Gli imprenditori hanno due agende: del fare prodotto e dei valori da seguire. Questo ha suscitato il titolo di questo appuntamento. La risposta per fronteggiare le sfide drammatiche di oggi si trovano nelle persone".

"L'occasione di oggi é quella di riunire un parterre di pensatori e imprenditori che ci solleciteranno a portare a casa delle riflessioni. Nelle nostre aziende entra prepotentemente la parola sostenibilità che per me significa dare senso a ciò che facciamo e che é strettamente connesso con la durabilità delle imprese - ha aggiunto il presidente comasco - Per noi sostenibilità non è solo questione ambientale è anche governance, passaggio generazionale, cultura internazionale, tutto ciò che permette alle aziende di avere un futuro. Nelle nostre imprese c'è spirito di impresa, ci piacerebbe che il contesto sociale, il governo e i territori guardassero in questo modo alle aziende”.

La parola é quindi passata al lecchese Agostoni: “L'uomo è la natura che prende coscienza di se stessa, è l'unico essere capace di dare vita a qualcosa, è capace di creare. Dove c'è l'uomo non tutto è predeterminato e prevedibile o scontato, l'uomo è la risorsa e la speranza, è la capacità di ribaltare in bene".

"Occorre ripensare e rendere la impresa sostenibile. Mi piacerebbe misurare quanto di buono, di meglio, il nostro agire fa per le persone e per il pianeta - ha aggiunto - Dobbiamo pensare di lasciare dietro di noi qualcosa di meglio rispetto a ciò che abbiamo trovato. L'uomo può fare questo, dobbiamo pensare in questo modo le nostre imprese. Dobbiamo smettere di pensare l'impresa come qualcosa che puzza, sporca e inquina: l'impresa è la risorsa". Ed entra nel merito: "Il problema numero uno delle imprese è trovare personale qualificato: a Lecco il 40% dei profili necessari é di difficile reperimento. Il mondo dell’orientamento, anche e soprattutto del genio femminile che deve approcciarsi alle materie tecniche, va ripensato".

IMG-20221116-WA0009
Foto 1 di 5
IMG_20221116_171235
Foto 2 di 5
IMG-20221116-WA0020
Foto 3 di 5
IMG-20221116-WA0012
Foto 4 di 5
IMG-20221116-WA0018
Foto 5 di 5
Seguici sui nostri canali
Necrologie