Economia
Regione Lombardia

Le mosse contro il caro energia a partire dai piccoli Comuni

Turba: "una boccata d'ossigeno per i piccoli Comuni grazie al Bando Illumina"

Economia 05 Dicembre 2022 ore 08:00

Il sottosegretario regionale Fabrizio Turba plaude all'iniziativa del Bando Illumina per la riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica rivolto ai Comuni Lombardi sotto i 5.000 abitanti. Gli Enti locali, alle prese con le difficoltà legate al caro energia, trovano in Regione Lombardia un valido alleato per superare questo momento delicato di caro energia.

L'intervista al sottosegretario Turba

Regione Lombardia, attraverso questo strumento, eroga risorse al fine di aumentare l’efficienza energetica e ridurre l’inquinamento luminoso degli impianti di illuminazione pubblica, migliorando le caratteristiche illuminotecniche e di rendimento energetico nonché la sicurezza della circolazione e degli impianti. Questa misura di Regione Lombardia, grazie ad una dotazione finanziaria di oltre 27 milioni di euro, ha permesso di finanziare 55 Comuni Lombardi.

A tenere il polso di quanto sta accadendo sul fronte delle erogazioni è il Sottosegretario Regionale per i Rapporti con il Consiglio regionale Fabrizio Turba che, anche in virtù della sua esperienza in qualità di Sindaco di Canzo, ha ben presente i problemi che vivono le realtà più piccole tanto da arrivare a proporre soluzioni concrete per l'immediato. Per affrontare la complessità del caso, dunque, è lo stesso Turba a fornire la bussola:

"Sono aperti i bandi regionali dedicati alle piccole-medie imprese per l’installazione di pannelli fotovoltaici. Quest’ultima misura combacia con gli interventi strutturali necessari per andare verso una transizione ecologica con una maggiore autonomia sul fronte del risparmio energetico e una maggiore tutela dell’ambiente".

I progetti avviati sul territorio

Stanno dando i frutti sperati, intanto, due dei progetti che il Sottosegretario Turba ha seguito fin dall'inizio dell'attuale legislatura. Stiamo parlando del via libera della Giunta Regionale alla realizzazione della nuova arena dello sport di Cantù, la quale andrà ad ospitare le partite di due delle squadre di Basket più titolate d’ Italia, la Pallacanestro Cantù e la Briantea84, oltre alle partite delle altre squadre locali. In merito al palazzetto, scende quindi nei dettagli Turba,

"Regione Lombardia ha aderito all’accordo di programma promosso dal Comune di Cantù stanziando 4 milioni di euro. Ora siamo a metà strada in quanto l'accordo va sottoscritto entro la fine della legislatura. Questo palazzetto, tanto atteso da territorio, sarà una struttura polifunzionale che permetterà di avere un ‘incubatore sociale’ nel quale poter praticare sport e altro come convegni, conferenze, fiere e concerti…“

Un’altra realtà ubicata sempre a Cantù che sta facendo enormi passa avanti è Cascina Cristina, una delle prime Community Farm in Lombardia che ospita, sia come centro diurno che di residenza, ragazzi maggiorenni affetti dallo spettro dell’autismo. Venerdì 16 Dicembre è prevista l’inaugurazione di Cascina Cristina con la presenza del Governatore Attilio Fontana, sottolinea lo stesso Sottosegretario:

"la struttura è già entrata in funzione e decisivi sono stati i lavori della Giunta che, proprio di recente, ha dato l'ok agli accreditamenti e contrattualizzazioni, l'ottima risposta riscontrata sul territorio e da parte dei genitori di questi ragazzi, è per me già motivo di orgoglio".

Il cantiere sul lungolago di Como

Notizie altrettanto positive giungono infine, ma non per importanza, da Como, in particolare dal cantiere delle paratie sul lungolago.

"Chi frequenta quest'ultimo avrà notato che i mezzi pesanti non ci sono più. Dunque, il grande disagio, possiamo dirlo, è terminato. Al momento stanno per entrare nel vivo le opere che porteranno alla realizzazione della pavimentazione partendo da Sant'Agostino. Sono ben visibili, infatti, cumuli di porfido e cordoli. A breve toccherà all'Amministrazione comunale dare impulso ad altre opere, ossia gli arredi. Insomma, la data del marzo 2023 per arrivare alla conclusione della Fase 1, fino a piazza Cavour, possiamo darla per certa".

Seguici sui nostri canali
Necrologie