Sciopero autotrasportatori tre presidi nel comasco

Sciopero autotrasportatori per la giornata di oggi. Nel comasco sono stati creati questa mattina tre presidi per manifestare le necessità della categoria.

Sciopero autotrasportatori tre presidi nel comasco
Economia 30 Ottobre 2017 ore 14:00

Sciopero autotrasportatori: oggi e domani, 30 e 31 ottobre, sono stati dichiarati due giorni di fermo. I lavoratori del trasporto merci e della logistica di tutta Italia a braccia conserte per chiedere il rinnovo del proprio contratto nazionale.

Sciopero autotrasportatori: la situazione in Lombardia

Il settore degli autotrasportatori conta circa 900mila lavoratori. Di questi 400mila sonoin Lombardia. La Regione rappresenta circa il 30% dell’intero fatturato nazionale, pari a 12 miliardi di euro.

"I lavoratori – spiega la Filt Cgil  –  chiedono la firma del ccnl dopo circa due anni in cui le aziende hanno cercato di riportare le lancette indietro di 15 anni e rompere il contratto nazionale unico, tornando a diversi contratti nazionali (come autotrasporto, cooperazione, corrieri), indebolendo le condizioni di lavoro e con il rischio di non avere uno strumento unico di regolamentazione della produzione".

Inoltre seconda rivendicazione è quella di una “normativa contrattale chiara per facilitare le reinternalizzazione di tutte quelle lavorazioni che nel corso degli anni le aziende hanno appaltato e subappaltato, perdendo il controllo dei processi di lavorazione e peggiorando le condizioni del servizio ai clienti e le condizioni dei lavoratori. Lunghe catene di appalti e subappalti in cui si annidano i peggiori fenomeni d’illegalità del settore".

La Filt, infine, sollecita il “giusto riconoscimento economico di tutte le professionalità del settore che hanno consentito in questi anni alle aziende di attraversare la crisi economica e di produrre utili".

 

Necrologie