istruzione

Angelo Orsenigo (Pd): “Libri e mezzi gratis, aiuti per le rette universitarie”

Il consigliere regionale Dem ricorda che l’istruzione deve essere una priorità.

Angelo Orsenigo (Pd): “Libri e mezzi gratis, aiuti per le rette universitarie”
Como città, 28 Luglio 2020 ore 13:12

La scuola deve essere la priorità: oggi più che mai, in un momento così incerto, è simbolo del futuro e sostanza del presente. Dare istruzione a bambini e ragazzi è un dovere delle istituzioni, ma è anche un investimento sul futuro della società. “Se gli edifici scolastici, in questi giorni, stanno avendo degli adeguamenti strutturali grazie a fondi governativi, credo fermamente che anche Regione Lombardia debba fare la sua parte. Le risorse per la scuola non sono mai sufficienti e allora chiedo che i fondi arrivino anche dal Pirellone”, dice Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd.

Angelo Orsenigo (Pd): “Libri e mezzi gratis, aiuti per le rette universitarie”

Il Covid ha lasciato letteralmente senza fiato tutto il comparto, che interseca il settore pubblico e privato e intreccia vite di studenti, professori, personale. “Credo che tutti saremo d’accordo nel sostenere che sono le famiglie, però, a rappresentare l’anello più debole di questa società, a cui è lasciato un pesante carico economico, anche per la scuola dell’obbligo. Regione Lombardia non può voltare la faccia: intervenga sostenendo queste famiglie con bonus per l’acquisto di libri di testo per il ciclo delle secondarie di primo e secondo grado, perché l’attuale Dote scuola non è in nessun modo sufficiente. Preveniamo la fuga di giovani talenti, diamo loro un futuro nella nostra bella e operosa Lombardia”.

Per evitare la dispersione scolastica, in un periodo di crisi economica, dobbiamo, insomma, garantire ai ragazzi la possibilità di poter continuare seguendo un percorso universitario. “La Regione deve assicurare a tutti i ragazzi meritevoli l’accesso alla borsa per il diritto allo studio universitario, mettendo a disposizione sussidi adeguati al periodo. Per la stessa ragione occorrono contributi per affitti, buoni pasto per gli studenti fuori sede e per l’acquisto di strumenti per la didattica a distanza”, prosegue Orsenigo.

In questo senso va la proposta di trasporti pubblici gratuiti per i giovani studenti fino ai 26 anni: “Un provvedimento doveroso che farebbe risparmiare soldi alle famiglie e traffico alle strade. Ma poiché il distanziamento resta un elemento chiave della nostra quotidianità e lo resterà ancora per dei mesi, prevediamo un maggior numero di mezzi pubblici e una frequenza tale da evitare i classici ammassamenti negli orari di punta”, conclude il dem.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia