Politica
politica

Bonifica ex Ticosa annullata, il sindaco in Consiglio: "Mia ferma volontà portare a compimento l'operazione"

Il primo cittadino: "Ove emergessero responsabilità, sarà mia cura rappresentarle nelle sedi opportune".

Bonifica ex Ticosa annullata, il sindaco in Consiglio: "Mia ferma volontà portare a compimento l'operazione"
Politica Como città, 20 Aprile 2021 ore 09:11

La notizia della necessità di annullamento per vizi di forma della gara d'appalto per la bonifica della ex Ticosa ha lasciato tutti senza parole. Più di un anno di lavoro buttato al vento, l'ennesimo per un area martoriata della città di Como che ancora sogna una nuova vita. E' chiaro che da più parti è arrivata sollecitazione al sindaco Mario Landriscina della necessità che ognuno si prenda le proprie responsabilità: politici e tecnici. Così il primo cittadino è intervenuto davanti al consiglio comunale sulla questione.

Bonifica ex Ticosa annullata: le parole del sindaco in Consiglio

L'intervento di Landriscina:

"Ritengo serio e doveroso intervenire sulla questione Ticosa relativamente a quanto succeduto recentemente. Ho trasferito a tutti i consiglieri due relazioni stese a cura dei dirigenti preposti con il preciso obiettivo di salvaguardare l'assoluta trasparenza che la situazione esige. Avevo richiesto a quanti in indirizzo di mantenere opportuno riserbo in quanto la procedura in corso è allo stato attuale ancora aperta. Devo purtroppo registrare che tale indicazione da taluni non è stata rispettata, ritengo questo esercizio di diffusione francamente svilente.

Intendo proseguire nel cammino intrapreso di condividere e annuncio di voler trasferire nella commissione preposta il tema in argomento per poter adeguatamente svolgere un'analisi approfondita e accurata dello stato dell'arte affrontandone i contenuti con la massima serenità e determinazione. Ove emergessero responsabilità, sarà mia cura rappresentarle nelle sedi opportune. Sarà così possibile ricostruire gli eventi, le azioni, i tempi e le criticità del quadro complessivo inclusi i punti di debolezza del percorso e di eventuali errori dove commessi. Confido quindi in una fattiva partecipazione e in una collaborazione senza pregiudizi o intenti strumentali. Questa esperienza consentirà di entrare nel merito, oltre che del caso specifico, della gestione di questi peculiari aspetti di una Pubblica Amministrazione e cogliere la delicatezza delle procedure oltre che la complessità burocratica.

Vi partecipo che ho già fornito agli uffici puntuali indicazioni in merito alla pronta ripartenza del procedimento di bonifica dell'area. Entro la corrente settimana, salvo imprevisti, la vigente procedura sarà conclusa e di conseguenza verranno scanditi modalità e tempi delle prossime azioni. Può certamente apparire paradossale e volentieri me ne sarei privato ma giunti a questo punto credo opportuno che questa esperienza venga collegialmente messa a valore per l'esclusivo interesse di quanti hanno interesse a porsi al servizio della città. In ogni caso ribadisco che è mia ferma volontà portare a compimento la bonifica di quell'area che risulta tutt'ora una ferita aperta per la città e che merita ogni sforzo possibile per essere definitivamente sanata".

Necrologie