Politica
l'intervista

Comaschi a Roma, Braga (Pd) alla Segreteria della Camera: "Al lavoro sul Decreto Aiuti Ter"

La dem sul discorso della presidente Meloni: "Credo che siano più stati evocati problemi anziché indicare le soluzioni".

Comaschi a Roma, Braga (Pd) alla Segreteria della Camera: "Al lavoro sul Decreto Aiuti Ter"
Politica Canturino, 01 Novembre 2022 ore 11:30

Incarico istituzionale dalle fila dell’opposizione anche per la bregnanese Chiara Braga. La deputata del Partito democratico infatti è stata eletta dai sui colleghi alla Segreteria della Camera dei Deputati.

Comaschi a Roma, Chiara Braga (Pd) alla Segreteria della Camera

Di che ruolo si tratta?
«Affiancherò il presidente della Camera, in rappresentanza del mio gruppo parlamentare, nello svolgimento dei lavori dell’aula, dalle attività verbalizzazione alle chiame per i voti di fiducia. C’è però anche un lavoro che non si vede che riguarda le decisioni che assume l’Ufficio di Presidenza sull’organizzazione dell’istituzione, dai viaggi parlamentari alle strutture amministrative. Svolgerò questo nuovo compito in un momento particolare per l’istituzione perché per la prima volta la Camera ha un numero ridotto di parlamentari e bisognerà gestire tutta una serie di questioni. E’ un ruolo nuovo, finora ho lavorato nelle Commissioni, è un’esperienza che mi auguro possa essere produttiva. Ne sono molto onorata».

Come sono stati questi primi giorni?
«Il cambio di prospettiva, da un ruolo in maggioranza a principale forza di opposizione, è evidente. Siamo in una fase di creazione degli organismi; dal punto di vista politico c’è la responsabilità di fare un’opposizione concreta ma con un occhio attento alla fase difficile che le persone stanno affrontando. Nel nostro lavoro ci sarà determinazione ma anche responsabilità rispetto ai bisogni del Paese.

Nella Commissione Speciale sta già lavorando a pieno ritmo.
«Sì, è l’unica funzionante in questo momento ed esaminerà il Decreto Aiuti Ter che è in scadenza. Saremo in aula per la conversione del Decreto l’8 novembre».

Cosa l’ha colpita del discorso della presidente Meloni?
«E’ stato un discorso di espressione netta della sua parte politica, mi viene da dire del suo partito, ha rimarcato più volte la sua appartenenza a Fratelli d’Italia. E’ stato un discorso netto, e da un certo punto di vista lo apprezzo perché molto onesto seppur su valori contrapposti ai miei; è mancato invece secondo me su alcuni temi urgenti di carattere economico sociale, su come intervenire rapidamente sui costi dell’energia ad esempio. Credo che siano più stati evocati problemi anziché indicare le soluzioni, quindi è stato poco concreto. Dal punto di vista politico ha liquidato in una frase il tema ambientale e dell’emergenza climatica, così come della povertà e della disuguaglianza sociale, quindi insoddisfacente».

Seguici sui nostri canali
Necrologie