Politica
Verso le elezioni

Elezioni a Como 2022, Giorgia Meloni sostiene Molteni: "Persona perfetta per Como"

La leader di Fratelli d'Italia ha "incensato" il candidato sindaco del centrodestra: "Qui possiamo fare un lavoro straordinario, fare vedere cosa può fare un'Italia che ama se stessa che é guidata da una dirigenza che la spinge a valorizzare le sue eccellenze".

Politica Como città, 05 Maggio 2022 ore 12:41

La leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni a Como nella mattinata di oggi, giovedì 5 maggio 2022, a sostegno della candidatura di Giordano Molteni, candidato sindaco del Centrodestra. Al suo fianco anche il deputato comasco Alessio Butti e il coordinatore provinciale del partito Stefano Molinari.

Elezioni a Como 2022, Giorgia Meloni: "Credo molto in questa sfida"

"Credo molto in questa sfida - ha esordito Meloni - , penso che tornerò in città. Sono molto fiera del gruppo parlamentare di Fratelli d'Italia, quando apro i quotidiani leggo i commenti che si fanno, facendo riferimento ad una classe dirigente che sarebbe inadeguata, penso sia un po' curioso in una nazionale che ha affrontato la peggiore della pandemie con Roberto Speranza come ministro della Salute e una guerra con Luigi di Maio agli Esteri...".

Meloni: "Molteni persona perfetta per Como"

"Molteni è una persona perfetta per ricoprire questo incarico, per una serie di caratteristiche che ha: è un amministratore, è capace di ascoltare e un maratoneta, per farlo servono disciplina e passione". Successivamente ha aggiunto: "Qui possiamo fare un lavoro straordinario, fare vedere cosa può fare un'Italia che ama se stessa che é guidata da una dirigenza che la spinge a valorizzare le sue eccellenze. Tutto questo si fa in una città sicura e pulita. Alessio si é occupato delle baby gang che é un problema sentito in città. Poi fondamentale il valore della formazione, non c'é accordo tra domanda e offerta di lavoro, noi abbiamo venduto la formazione tecnica come se fosse di serie b. Noi abbiamo in testa il liceo del Made in. Il dominio dei 68ini sulla scuola ci ha devastato, ci ha livello al minimo. L'uguaglianza é il punto di partenza, il merito il punto di arrivo. Ringrazio il centrodestra che qui compattamente mostra dove é la sua naturale collocazione".

Sul sindaco uscente: "Dobbiamo ringraziare il sindaco Landriscina ma si può sempre migliorare. Bisogna essere capaci di migliorarsi, fare un salto in avanti forte con Fratelli d'Italia. Fdi ha fatto un grande lavoro, ha fatto la sua parte. Abbiamo fatto un lavoro importante sull'urbanistica, si può fare ancora di più".

Butti: "Costruita una lista inclusiva"

Il deputato comasco Alessio Butti: "Abbiamo costruito una lista inclusiva, composta da candidati che provengono dalle più svariate esperienze politiche, culturali e professionali", ha spiegato rivolgendosi a Meloni.

Molinari lancia una frecciatina a Landriscina

Stefano Molinari, coordinatore provinciale Fratelli d'Italia: "Per la prima volta un candidato sindaco a Como di Fratelli d'Italia, per noi un grandissimo onore. Ha una grande esperienza amministrativa, essendo già stato sindaco e assessore. Ci garantirà quello che serve ad una città come Como, ovvero grande esperienza". Poi la frecciatina al sindaco uscente, Mario Landriscina: "Giordano ha una grande capacità di ascolto, capacità fondamentale che è mancata nel sindaco in carica".

Molteni: "La città ha voglia di rinascita"

Il candidato sindaco Giordano Molteni si è detto molto emozionato: "Sono onorato di essere stato individuato come candidato sindaco della coalizione del Centrodestra". In queste settimane di campagna elettorale, girando per la città, Molteni ha avuto modo di incontrare molti comaschi: "Parlando con i cittadini, tutti mi dicono che vogliono vedere rinascere questa città. Noi siamo qui, vogliamo farla ripartire nelle cose semplici, che devono essere fatte in tempi brevissimi ma vogliamo guardare anche al futuro, per i nostri ragazzi e i nostri figli. Vogliamo questa città si ripresenti a livello nazionale ma anche internazionale, visto che ha una serie di caratteristiche che devono essere riattivata". E poi ancora: "Sono qui determinato, non esiste un discorso di continuità stretta. Io sono io, con le mie esperienze, con quello che ho fatto nella mia vita, con il credito che ho avuto".

L'omaggio

Alla fine della conferenza, Meloni ha ricevuto un omaggio di seta. Presenti diverse persone, che hanno riempito la sala dell'Hotel Metropole Suisse.

3 foto Sfoglia la gallery

Piccola protesta all'esterno

All'esterno invece una piccola protesta, con alcuni giovani esponenti di Sinistra che hanno esposto degli striscioni contro Fratelli d'Italia e l'arrivo in città della sua leader.

2 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie