Politica
verso le urne

Elezioni Como 2022, Minghetti presenta la coalizione del centrosinistra: "Sostenibilità e sviluppo le nostre parole chiave"

La candidata sindaco: "Da stasera partono i tavoli per mettere a punto le linee programmatiche".

Elezioni Como 2022, Minghetti presenta la coalizione del centrosinistra: "Sostenibilità e sviluppo le nostre parole chiave"
Politica Como città, 23 Febbraio 2022 ore 12:54

E' ufficialmente iniziata la campagna elettorale per l'elezione del prossimo sindaco di Como. Questa mattina, mercoledì 23 febbraio 2022, è stata presentata la coalizione di centrosinistra che ha deciso di candidare a prima cittadina Barbara Minghetti. Fanno parte della coalizione il Partito Democratico, la lista Svolta Civica, Agenda Como 2030 che raggruppa Più Europa, Azione e Italia Viva, Europa Verde e la compagine di Como Comune (Articolo Uno, Psi, Sinistra Italiana, Socialisti in Movimento).

Elezioni Como 2022, Minghetti presenta la coalizione del centrosinistra

"Vogliamo occuparci di sport, bisogna occuparsene in modo convinto. Questa piscina è chiusa dal 2019, più di 1200 famiglie che non possono venire qui, sono in giro per la Lombardia in cerca di acqua - ha detto Minghetti che ha deciso di presentare la coalizione di fronte alla piscina di Muggiò chiusa da quasi tre anni - Vi presentiamo la squadra che abbiamo costruito in due mesi, che vuole lavorare per un progetto di buon governo, con principi comuni nelle proprie diversità e vuole lavorare insieme per una Como migliore. Cura, relazione, ascolto, partecipazione e condivisione sono le parole chiave del nostro progetto. Il verde é il colore che ci rappresenta così come lo slogan 'sindaco per lo sviluppo', parola che vuole intendere sostenibile, ambientale, culturale, umano, turistico".

"I cittadini con cui abbiamo parlato ci hanno presentato come problema principale della città quello della viabilità - ha aggiunto la candidata sindaco - Per noi è importante che la viabilità sia sostenibile, che permetta di muoversi bene, con l'obiettivo di valorizzare la  ciclopedonale. Sostenibilità però per noi vuol dire anche sviluppo umano, dando valore alla diversità. Inoltre vogliamo dare valore ai quartieri, conoscerne difficoltà e pregi, per valorizzare spazi fondamentali, da quelli sportivi a quelli culturali così come i parchi".

E ha aggiunto: Per noi sviluppo significa anche giovani: vogliamo che Como sia città anche per ragazzi e per questo abbiamo pensato allo slogan 'Viva Como Viva': i nostri obiettivi saranno lavorare sull'alta formazione per creare un polo di start up ma anche spazi di aggregazione, senza dimenticare il problema dell'abitabilità che riguarda anche il patrimonio del Comune".

Infine la candidata sindaco ha parlato di "sviluppo del turismo, che possa lavorare tutto l'anno, e del commercio che é fondamentale nella nostra città. Relazione è la parola chiave. Serve tornare a fare relazione come capoluogo, con le piccole città vicine, ma anche con gli altri capoluoghi, in particolare Milano".

I rappresentanti della coalizione

Orgogliosa di esprimere il candidato sindaco la lista Svolta Civica, rappresentata da Vittorio Nessi.  "E' una bella giornata per iniziare un lungo cammino. Chi compone una lista civica? Chi ama una città e la promuove con il suo lavoro. Non si può andare da soli però servono i partiti, che hanno dato dei valori a questo Paese. Serve unità tra forze civiche e politiche. Le parole d'ordine sono competenza, professionalità, relazione, apertura e dialogo, il palazzo deve aprirsi. Non si possono intraprendere grandi promesse per non mantenerle, serve la consapevolezza che cose complesse non possono avere soluzioni semplici. Resta però il filo rosso tra le diverse realtà, ovvero la  sensibilità sociale".

Ha quindi preso la parola in rappresentanza di Como Comune, Celeste Grossi. "Nella nostra compagine abbiamo imparato a stare insieme tra differenti. Abbiamo con noi tante persone che si sono attivate nella società, noi parliamo di cittadinanza attiva. Il nostro orizzonte è ecosocialista: diritti, qualità della vita e dell'ambiente. La nostra attenzione va a tutti coloro che abitano a Como, anche chi non ha cittadinanza". 

"Siamo convintamente nella coalizione per due aspetti fondanti: ambiente e socialità - ha detto Elisabetta Patelli di Europa Verde - Per noi è fondamentale una convinta operazione in campo ambientale: Como è tra le 5 province del Nord che ha preso l'insufficienza per l'inquinamento dell'aria, l'assenza di piste ciclabili, la poca densità del verde urbano, i veicoli circolanti inquinanti e la scarsità di ibridi ed elettrici. Serve attenzione a un'urbanistica sostenibile, compresa la rigenerazione".

Francesco Cima Vivarelli di Agenda Como 2030 ha aggiunto: "La nostra compagine nasce dall'incontro di Più Europa, Italia Viva e Azione. Riteniamo che Como abbia bisogno di una forte crescita, ha bisogno di una spinta per ripartire e affrontare le scelte del futuro. I giovani devono formarsi, crescere e fare impresa in questa città".

Ultimo ma non meno importante l'intervento del segretario provinciale del Pd, Federico Broggi. "Partiamo con grande entusiasmo, é quello che serve per vincere - ha detto - Scendiamo in campo per una novità che deve durare 10 anni, vogliamo portare la novità di un sindaco donna che mette a disposizione grandi competenze, riconosciute in tutta Italia. Siamo felici di una coalizione larga che permetta governabilità. Infine ripartiamo dai quartieri dimenticati e abbandonati, nelle piccole e grandi cose".

Ha chiuso Minghetti: "Da stasera partono i tavoli per mettere a punto le linee programmatiche, sarà un lavoro di confronto, stesura e analisi che poi si aprirà alla città".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie