Menu
Cerca

Forum elettorale a Cantù, ecco il vostro prossimo sindaco

La sala consiliare era piena di persone per la serata organizzata dal Giornale di Cantù.

Forum elettorale a Cantù, ecco il vostro prossimo sindaco
Politica 01 Giugno 2017 ore 15:00

Nella serata di ieri, il Giornale di Cantù ha organizzato un forum elettorale a Cantù durante la quale i cinque candidati si sono presentati davanti alla cittadinanza.  A moderare l'incontro i giornalisti Isabella Preda e Alessandro De Servi.

Forum elettorale a Cantù: ecco i cinque candidati

Edgardo Arosio. Il candidato della Lega Nord e rappresentante di quasi tutta la destra canturina ha analizzato per prima cosa la viabilità canturina: "Si tratta di un un nodo storico: la città è fatta di strade strette che convergono verso il centro. Con l'incremento delle auto, Cantù è rimasta paralizzata dal traffico". Nel suo appello al voto ha spiegato: "Cantù è diventata un Comune isolato politicamente e diventerà un Comune di musulmani. Io mi sono rimesso in gioco e nel nuovo progetto politico sono inclusi tanti giovani".

Franco Liva. Il candidato di Forza Nuova ha spiegato: "Siamo la sola forza nazionale che difende l'italiano e i valori nazionali e tradizionali. Ci vuole una svolta rispetto alle amministrazione passate, che hanno portato problemi soprattutto legati al degrado. Vogliamo una città più vivibile e sicura". Sul Mercoledrink: "La sera ci vogliono più controlli, anche da parte dei gestori del bar, a cui esprimo la mia vicinanza per gli episodi di violenza degli ultimi giorni".

Alberto Novati. Il candidato del Pd ha iniziato ad analizzare la viabilità: "E' necessario, su un territorio come quello canturino, trovare dei collegamenti per il traffico veicolare come il progetto della Canturina Bis, in Regione da anni e mai finanziata. La viabilità a Cantù è ferma a 100 anni fa, ora è necessario costruire delle direttrici che spostino il traffico". Il suo auspicio è quello che Cantù possa un giorno assomigliare ad una città olandese come Rotterdam.

Francesco Pavesi. Il candidato di Lavori in Corso ha chiesto fiducia per dare continuità al lavoro svolto nei 5 anni di Bizzozero: "Chiedo di ripensare a come era stata lasciata la città 5 anni fa. In 5 anni di Amministrazione abbbiamo cercato con le risorse a disposizione di fare bene". Sulle associazioni ha spiegato: "Sono una forza con una certa autonomia, nel nostro Comune. Quello che è più importante fare, da parte nostra, è essere presenti alla vita associativa e mantenere un rapporto diretto con le associazioni".

Gianpaolo Tagliabue. Il candidato del Movimento 5 Stelle sul Mercoledrink ha spiegato: "Sono a favore dell'aggregazione giovanile ma contrario agli eccessi. Bisogna, a proposito, ripartire dalla scuola e dalla famiglia". Puntano tutto sulla novità: "Guardare avanti, è questo il nostro messaggio. Un passaggio al nuovo, con la voglia di imparare e di non sbagliare".

Lo scambio dei regali

Tra i momenti che più hanno divertito gli spettatori c'è stato quello dello scambio dei regali. Il primo a porgere il proprio presente è stato Francesco Pavesi, che ha dato in dono a Edgardo Arosio una calcolatrice "per contestare la non corretta gestione del bilancio comunale negli anni passati". Arosio invece ha ribattuto con una pizza destinata a Pavesi, facendo riferimento alle uscite di Bizozzero sulla cità campana. Arosio ha fatto un regalo anche a Novati: una confezione di camomilla. Franco Liva invece ha regalato a Pavesi il Vangelo "per ricordarsi la nostra natura cristiana". Infine Novati ha donato a Pavesi e Arosio un libro di Carlo Cattaneo.

LE FOTO DELLA SERATA 

4 foto Sfoglia la gallery

 

Necrologie