politica

La proposta del Pd, Legnani: “Esenzione della tassa sul suolo pubblico a bar e ristoranti anche dopo il 31 ottobre”

Il Dem: "Il Comune di Como dovrebbe pensare a sgravare gli esercenti dalla tassa anche nel 2021".

La proposta del Pd, Legnani: “Esenzione della tassa sul suolo pubblico a bar e ristoranti anche dopo il 31 ottobre”
Como città, 25 Settembre 2020 ore 14:56

La proposta del Pd, Legnani: “Esenzione della tassa sul suolo pubblico a bar e ristoranti anche dopo il 31 ottobre”. L’emergenza Covid infatti aveva portato la giunta Landriscina a prevedere l’esenzione fino a quella data. Poi cosa accadrà?

La proposta del Pd, Legnani: “Prolungare l’esenzione della tassa sul suolo pubblico”

“Dobbiamo continuare a sostenere i bar e ristoranti della nostra città che stanno ancora risentendo del durissimo colpo inferto dal lockdown: il Comune di Como provveda ad estendere l’esenzione della tassa di occupazione di suolo pubblico oltre il 31 ottobre e pensi a una proroga anche per il 2021” così dichiara Tommaso Legnani, segretario cittadino del Partito Democratico di Como.

“Nel Decreto agosto è già prevista una proroga dell’esenzione Tosap fino al 31 dicembre, Il Comune di Como oltre a recepire la proroga, come fatto dal sindaco di Milano, Beppe Sala, dovrebbe pensare a sgravare gli esercenti dalla tassa anche nel 2021. Inoltre, visto che andiamo verso la stagione fredda, si pensi anche a uno snellimento delle procedure per il rilascio dei permessi per la posa di “funghi” per il riscaldamento esterno”.

“Permettere l’utilizzo di spazi all’aperto non solo sostiene chi tra i proprietari di bar e ristoranti ha visto il proprio volume d’affari ridursi drasticamente, mettendo a rischio anche il tessuto economico comasco e la stabilità dei bilanci di famiglie dei lavoratori. L’uso gratuito dello spazio pubblico permette anche il distanziamento sociale e, in definitiva, tutela la sicurezza e la salute della cittadinanza” conclude Legnani.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia