politica

La rabbia di Nicola Molteni: “Un altro agente della Polizia Penitenziaria aggredito”

Il canturino chiede più sicurezza per gli agenti in servizio al Bassone.

La rabbia di Nicola Molteni: “Un altro agente della Polizia Penitenziaria aggredito”
Como città, 12 Agosto 2020 ore 17:08

La rabbia di Nicola Molteni: “Un altro agente della Polizia Penitenziaria aggredito”

La rabbia di Nicola Molteni

“Un altro agente della Polizia Penitenziaria aggredito al carcere di Como. Ora basta! Non passa giorno che un agente della Penitenziaria non venga insultato o picchiato da detenuti quasi sempre stranieri. La situazione non è più tollerabile. Siamo di fronte all’ennesimo atto di violenza da parte di un detenuto straniero a danno di un agente di polizia nel carcere comasco” commentato Nicola Molteni, deputato e responsabile del Dipartimento sicurezza della Lega.

“Più volte abbiamo sollecitato il ministro Bonafede a intervenire chiedendo più agenti e più tutele per i nostri uomini e donne in divisa nel carcere di Como, ad esempio attraverso la sperimentazione del Taser anche per gli uomini e donne della Penitenziaria. Ma ancora, dal ministro, nessuna risposta. Silenzio assoluto del ministro anche rispetto alla battaglia storica della Lega che mira a trasferire i detenuti stranieri nel loro Paese per far scontare a casa loro la pena. Nulla sino ad ora è stato fatto dal Governo e dal ministro. Invece di continuare a stanziare soldi per le navi e per le quarantene dei clandestini, il governo investa in sicurezza e nella tutela e dignità dei nostri uomini e donne in divisa orgoglio del nostro Paese”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia