scambio epistolare

La richiesta di militari per Erba durante il lockdown, il Ministro declina. Zoffili: “Spero il Prefetto possa inviare quelli già in forze nel Comasco”

Il commento del deputato leghista.

La richiesta di militari per Erba durante il lockdown, il Ministro declina. Zoffili: “Spero il Prefetto possa inviare quelli già in forze nel Comasco”
Erba, 18 Giugno 2020 ore 18:14

Durante il lockdown il deputato erbese della Lega Eugenio Zoffili aveva scritto al Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese per ricevere sul territorio militari che potessero sostenere gli agenti della Polizia Locale. Oggi è arrivata risposta dal Ministro.

La richiesta di militari per Erba durante il lockdown, il Ministro declina.

Nella sua risposta il Ministro ha sottolinea che il Prefetto di Como ha già in forze 15 militari da distribuire sul territorio provinciale come meglio crede, oltre ad aver sensibilizzato tutte le forze di polizia per un lavoro congiunto sul territorio. Declinando quindi la richiesta di ulteriore personale sul territorio erbese.

Zoffili: “Spero il Prefetto possa inviare quelli già nel Comasco”

“Ringrazio il Ministro dell’Interno Lamorgese per la risposta anche se sarebbe stato più utile per la nostra comunità erbese ricevere questa lettera quando le avevo scritto tempo fa in piena emergenza – ha commentato il deputato Eugenio Zoffili – Avevo richiesto l’invio dei militari a Erba e zone limitrofe in supporto e aiuto dei bravi agenti della nostra Polizia Locale e delle forze dell’ordine impiegate h24 in un contesto difficile ed emergenziale oltre all’invio urgente di guanti e mascherine da Roma che, come ben ricordiamo tutti, non disponevamo in quantitativi adeguati. Spero comunque che il nostro Prefetto di Como possa disporre l’invio dei militari nell’erbese in questa nuova fase per un contributo operativo di contrasto alla criminalità come i furti in abitazione”.

“Colgo l’occasione per ringraziare tutti i cittadini erbesi per la grande responsabilità dimostrata durante il lockdown, adesso si riparte in sicurezza e da Roma oltre dopo le mascherine i nostri territori, cittadini, attività e imprese hanno bisogno aiuti economici immediati. Delle chiacchiere di Conte non ce ne facciamo nulla” ha concluso Zoffili.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia