gli effetti del covid

Mascherine e guanti abbandonati per strada: rischio sanzioni salate

A Como i consiglieri comunali continuano a segnalare episodi di inciviltà. A Olgiate Comasco il sindaco richiama i suoi cittadini.

Mascherine e guanti abbandonati per strada: rischio sanzioni salate
Como città, 01 Giugno 2020 ore 09:41

Guanti e mascherine abbandonati per strada: serve richiamare all’ordine i cittadini.

Guanti e mascherine abbandonati per strada

Sul tema è intervenuto diverse volte nelle ultime settimane a Palazzo Cernezzi il consigliere del Partito Democratico Gabriele Guarisco, segnalando l’abbandono dei dispositivi di sicurezza contro il coronavirus in più parti della città di Como. Un gesto di inciviltà da parte dei cittadini. Per quanto gli operatori ecologici possano essere attenti e presenti in città, ci sarà sempre una mascherina abbandonata in qualche angolo del capoluogo e non solo.

“Continuano a pervenire segnalazioni di abbandono di mascherine e di guanti in più punti della città. Sarebbe opportuno intervenire subito, ed è quanto dirò in Consiglio Comunale mercoledì sera, per contrastare questi gesti di inciviltà che, oltre a causare danni all’ambiente, possono sfociare in un vero e proprio attentato alla salute pubblica – sottolinea il consigliere di Fratelli d’Italia Sergio De Santis – Una prima risposta potrebbe essere l’adozione di maxi multe, inasprendo le sanzioni già previste dal Nuovo Regolamento di Polizia Urbana per chi getta rifiuti sul suolo pubblico, ricorrendo ai poteri di Ordinanza del Sindaco, e mediante l’utilizzo costante della nostra Polizia Locale e delle GEV (guardie ecologiche volontarie)”.

Quindi aggiunge: “Parimenti, gli agenti dovrebbero prevenire gli assembramenti nelle piazze e nei luoghi della “movida” collaborando, più che multando, con i gestori dei bar e dei ritrovi, che fanno già tutto il possibile per evitare queste situazioni, ma che non possono certo intervenire al di fuori degli spazi dei propri locali”.

Il monito anche dal sindaco di Olgiate Comasco

Episodi che non si stanno verificando solo in città, a Como, ma anche in provincia. Non a caso pochi giorni fa il sindaco di Olgiate Comasco, Simone Moretti, ha richiamato all’ordine i suoi cittadini.

“Si sta verificando sempre più spesso nel territorio comunale l’abbandono, dopo l’uso, di guanti e mascherine sui marciapiedi e lungo le strade: questo comportamento contribuisce ad aumentare il degrado e l’inquinamento da plastica sul nostro territorio – sottolinea il primo cittadino – I dispositivi sanitari sono molto resistenti e, se dispersi nell’ambiente, hanno tempi di degrado assai lunghi, anche di decine di anni: inoltre si tratta di materiali potenzialmente infetti, che potrebbero risultare pericolosi per tutti, compresi gli operatori ecologici impegnati a tenere pulite le strade della nostra città”.

Guanti e mascherine usati devono essere gettati nella raccolta indifferenziata in sacchetti ben chiusi. Non devono essere gettati nei cestini stradali perché intemperie ed animali selvatici possono contribuire a disperderne il contenuto nell’ambiente. Il Regolamento di Polizia Urbana di Olgiate prevede sanzioni minime di 500 euro per chi abbandona sul suolo pubblico qualsiasi oggetto o rifiuto.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia