Menu
Cerca

Migranti a Como: i commenti politici ai disordini in città degli ultimi giorni

A seguito dei casi di cronaca degli ultimi giorni che hanno visto protagonisti i migranti a Como, ecco le risposte politiche a questa situazione.

Migranti a Como: i commenti politici ai disordini in città degli ultimi giorni
Politica 14 Agosto 2017 ore 18:07

I casi di cronaca degli ultimi giorni hanno fortemente scosso la comunità lariana. Prima la vicenda delle tre giovani assalite e picchiate da uno straniero, poi la rissa tra migranti di fronte all'ufficio postale. I migranti a Como sono sempre più tema d'attualità e le forze politiche lanciano messaggi chiari.

Migranti a Como, Rapinese: "Coprifuoco sia"

Di fronte a queste situazioni, il consigliere comunale Alessandro Rapinese - che aveva già reso chiara la posizione del suo gruppo con una mozione migranti durante lo scorso consiglio comunale - ha reso noto che proporrà una nuova mozione al sindaco Mario Landriscina. Scrive infatti Rapinese sul proprio sito web: "Tutto ciò deve finire e con i miei colleghi consiglieri comunali Ada Mantovani, Paolo Martinelli e Fulvio Anzaldo abbiamo pensato di impegnare il sindaco di Como a chiedere al Prefetto di imporre alle preziose “risorse” un bel coprifuoco. Coprifuoco di dodici ore, dalle ore 20 alle 8 (week end inclusi). Coprifuoco che oltre a consentire serate un filino più serene alla cittadinanza comasca permetterebbe ai nostri ospiti di riposare dagli “sforzi” diurni ed in ultimo potrebbe consentire a chi becca del gran grano per ospitarli di organizzare attività che possano rendere meno problematica la loro permanenza sul suolo comasco".

L'iniziativa della lista civica "Insieme per Mario Landriscina"

Sembra dello stesso avviso su questo tema il gruppo di maggioranza "Insieme per Mario Landriscina". A definire la linea che seguirà la lista civica è stato il capogruppo Sergio De Santis: "Credo che sia doverosa una profonda riflessione di tutte le istituzioni, per combattere questi episodi sempre più frequenti e violenti. Appena il Consiglio Comunale riprenderà i lavori, porteremo in aula iniziative e proposte. Quali? Una per una quelle contenute nel programma della lista civica Insieme (da un maggior coinvolgimento della Regione, attraverso il finanziamento dei patti per la sicurezza, all'implementazione del vigile di quartiere, alla sicurezza condivisa tra i cittadini, alla maggiore illuminazione). Sicuramente ho a cuore la collaborazione, che auspicherei quasi quotidiana, con la Prefettura, con cui bisognerà lavorare assieme per arrivare alla sottoscrizione del patto per l'attuazione della sicurezza urbana".

Necrologie