‘Ndrangheta a Cantù. Nicola Molteni risponde alle accuse di Rifondazione comunista

Il canturino della Lega Nord Nicola Molteni risponde sul Giornale di Como alle accuse di Rifondazione Comunista sui fatti della ‘ndrangheta a Cantù.

‘Ndrangheta a Cantù. Nicola Molteni risponde alle accuse di Rifondazione comunista
Politica 27 Settembre 2017 ore 18:36

Non sono passate inosservate alla Lega Nord le parole accusatorie di Giulio Russo, ex candidato sindaco di Rifondazione comunista a Mariano Comense e segretario circolo prc Bassa Brianza, e Ruggero Arnaboldi coordinatore prc per Cantù. I due infatti, commentando i fatti di questi giorni sulla ‘ndrangheta a Cantù, hanno spiegato che non si sarebbe fatto abbastanza.

‘Ndrangheta a Cantù: la risposta della Lega Nord

"Le farneticanti affermazioni di Giulio Russo sono gravemente diffamatorie, infondate e lesive dell'onore di Matteo Salvini e di tutta la comunità leghista fatta di uomini e donne oneste e per bene.  La Lega, al contrario di quanto dice Russo, si è sempre distinta per combattere le mafie e per una politica al servizio dei cittadini e del territorio. Delle sue dichiarazioni totalmente prive di fondamento ne risponderà in tribunale in sede civile e penale”. Così il deputato comasco della Lega Nicola Molteni in risposta alle accuse  di Giulio Russo, segretario di Rifondazione Comunista.

Necrologie