Un appello per Cantù

Nicola Molteni (Lega) al Ministro della Cultura: “Difendiamo i carnevali storici”

L'ex sottosegretario al Ministero dell'Interno si preoccupa per le attività culturali messe in ginocchio dal virus, come il Carnevale Canturino

Nicola Molteni (Lega) al Ministro della Cultura: “Difendiamo i carnevali storici”
Canturino, 22 Ottobre 2020 ore 11:45

L’emergenza covid ha messo in ginocchio tutti gli eventi culturali, tra cui figurano i carnevali storici come quello canturino. Questo preoccupa l’onorevole Nicola Molteni (Lega), ex sottosegretario al Ministero dell’Interno, che ha presentato un’interrogazione al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini.

I carnevali storici sono fondamentali per cultura e turismo

Tramite Facebook l’ex sottosegretario al Ministero dell’Interno premette che “indubbiamente l’emergenza epidemiologica da Covid-19 ha fortemente colpito il settore culturale e dello spettacolo dal vivo, in considerazione dell’annullamento di manifestazioni già programmate e con relative spese già sostenute per effetto del contenimento della diffusione del virus e del distanziamento sociale”. Tra le attività penalizzate, Molteni annovera i Carnevali storici, i quali “rappresentano un importante patrimonio culturale del Paese e sono un settore dell’industria culturale e turistica che contribuisce in maniera significativa all’economia nazionale, sia in termini di fatturato, che in termini occupazionali”. Oltre ad essere manifestazioni di estrema rilevanza dal punto di vista storico e culturale per la tradizione italiana, Molteni sottolinea come questi eventi costituiscano un fondamentale veicolo per lo sviluppo turistico dei territori.

Non solo i grandi carnevali storici: anche Cantù è importante

Questa considerazione è valida non soltanto per città più note, quali Venezia o di Viareggio, ma anche per realtà come Cantù, ove il Carnevale Canturino costituisce un evento di successo, apprezzato sia a livello locale, sia a livello nazionale.

“In proposito – continua l’onorevole – il Governo, con l ‘art.89 del c.d. Decreto Cura Italia (DL n.18/2020 convertito, con modificazioni, in L. n.27/2020) e l’istituzione di due appositi Fondi nello stato di previsione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, ha previsto uno stanziamento di cinque milioni di euro a sostegno dello spettacolo viaggiante, per il quale il MIBACT, in data 18 maggio 2020, ha emanato il bando per l’accesso ai contribuiti”.

“Tuttavia – sottolinea l’ex sottosegretario al Ministero dell’Interno – non tutte le manifestazioni carnevalesche son riuscite ad accedervi; il Carnevale Canturino, ad esempio, è rimasto escluso da tali contributi sia per ragioni temporali (sono esclusi gli spettacoli annullati dei mesi di gennaio e febbraio scorso) e sia per la connotazione di APS (associazione di promozione sociale)”.

L’appello di Molteni

Per questo motivo, l’onorevole Molteni si rivolge al ministro Franceschini, domandando “se e quali iniziative urgenti il Governo intenda adottare per tutelare e salvaguardare tutte le realtà dello spettacolo viaggiante, settore particolarmente fragile e a rischio azzeramento per le difficoltà e la crisi generata dalla pandemia” e se vi sia l’intenzione di includere nel piano di finanziamento 2021-2024 dei Carnevali storici anche le manifestazioni avviate dalle APS (Associazioni di Promozione Sociale).

Martina Sangalli
Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia