politica

Nidi di Como, sì alla possibile gestione indiretta ma solo “per poter garantire il mantenimento del servizio”

Il regolamento non è ancora stato approvato: si torna in aula mercoledì.

Nidi di Como, sì alla possibile gestione indiretta ma solo “per poter garantire il mantenimento del servizio”
Como città, 21 Luglio 2020 ore 10:08

Importante modifica a Palazzo Cernezzi al regolamento per la gestione dei nidi di Como, in discussione in queste settimane.

Nidi di Como, sì alla possibile gestione indiretta ma…

Ieri sera, lunedì 20 luglio 2020, si è tenuta una nuova seduta di consiglio comunale a Como interamente dedicata alla discussione degli emendamenti presentati per modificare il nuovo regolamento per la gestione degli asili nidi che tanto ha fatto discutere, prima di tutto per l’introduzione della possibilità della gestione indiretta.

Mentre moltissimi altri sono stati respinti, è stato approvato l’emendamento presentato dal capogruppo del MoVimento 5 Stelle, Fabio Aleotti, che prevede, l’ipotesi di gestione indiretta, solo in caso di evidenti esigenze per poter garantire il mantenimento del servizio, valutando la singola e specifica gestione del servizio di prima infanzia della struttura individuata.

Un vincolo molto forte proprio sul tema che ha scatenato gli animi di famiglie, personale, sindacati e parte delle minoranze politiche in consiglio ma che pare essere stato “mitigato” con il voto all’unanimità di questa modifica.

“Ribadendo l’importanza del mantenimento di un servizio pubblico che è da tutti reputato un fiore all’occhiello del Comune di Como – sottolinea Aleotti – questo emendamento inserisce almeno delle valutazioni e chiare necessità per optare per una gestione indiretta”.

Il regolamento ad ogni modo non è ancora stato approvato nella sua interezza. Si torna in aula – si spera per terminare la discussione – mercoledì 22 luglio 2020.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia