Politica
politica nazionale

Reddito di cittadinanza, il 34% a Como ha trovato lavoro. Currò: "Questo risultato dimostra che non è assistenzialismo"

Sul tema interviene il deputato del Movimento 5 Stelle.

Reddito di cittadinanza, il 34% a Como ha trovato lavoro. Currò: "Questo risultato dimostra che non è assistenzialismo"
Politica Como città, 20 Gennaio 2021 ore 13:09

In provincia di Como grazie al Reddito di Cittadinanza, poco più del 34% delle persone che ne hanno usufruito, nello scorso anno, hanno trovato lavoro. Il tema sul piatto quindi è sempre lo stesso, a più di un anno dall'approvazione del provvedimento: assistenzialismo o politiche attive per il lavoro?

Reddito di cittadinanza, il 34% a Como ha trovato lavoro

A riguardo si è espresso il deputato comasco del M5S Giovanni Currò, Vicepresidente della Commissione Finanze e promotore del provvedimento: "Questi risultati, dimostrano la bontà dello strumento come stimolo per un'attiva politica del lavoro, e non come mero contributo assistenzialista. Sostegno e supporto che rimane comunque doveroso in un momento così difficile per il mondo del lavoro".

Un successo che diventa ancora più importante, se si considerano le stime secondo cui, a causa della crisi che stiamo vivendo, saranno circa 700mila le persone che, in Italia, chiederanno il Reddito di Cittadinanza nel 2021.

Nate nuove aziende edili nel Comasco

Ciò non toglie la difficilissima situazione in cui verte l'economia italiana. Al temine di un anno durissimo, quel 2020 che sarà ricordato per lo scoppio della pandemia da coronavirus, il settore delle costruzioni però grazie alla misura del Superbonus 110% del Governo mostra la sua resilienza con un saldo positivo tra le imprese cessate e le nuove nate sia livello nazionale che in provincia di Como. A livello provinciale sono 54 le aziende edili nate con una saldo positivo del 0,68% rispetto al 2019. A livello nazionale 10.180 nuove realtà imprenditoriali nate lo scorso anno nell’edilizia, con un incremento dell'1,23% su base annua.

“Questo nonostante il contesto fortemente compromesso dal lockdown, conferma la bontà dell’intuizione che il Movimento 5 Stelle ha avuto nel mettere a punto una norma dai tanti aspetti benefici in campo ambientale e sul piano del lavoro - commenta Currò - Il Superbonus 110% rappresenta la misura simbolo della nostra visione, un esempio di norma utile al tempo stesso per le famiglie, per le imprese e l’occupazione e per l’ambiente. Proprio oggi, il governo ha anche messo a disposizione dei cittadini un sito internet dedicato al quale poter inviare richieste di chiarimento sulla sua applicazione”.

Sempre a livello provinciale si segnala la crescita di nuove aziende nei settori di: fornitura di energia (+8,16%), trasporto e magazzinaggio (+1,48%), servizi di informazione e comunicazione (+3,13%), attività finanziarie e assicurative (+2,32%), attività immobiliari ( 0,92%), attività professionali scientifiche e tecniche (+ 2,42%), istruzione (+1,05%), sanità e assistenza sociale (+1,02%), attività artistiche sportive e di intrattenimento (+1,34%).

“Superato lo scoglio di questa crisi di governo insensata – riprendono –, lavoreremo per estendere ancora di più la portata e la durata di questa norma centrale per il rilancio dell'economia e per improntare su questo approccio anche il lavoro di messa a punto ulteriore delle misure contenute nel Piano nazionale per la ripresa e la resilienza” conclude Currò.

Necrologie