scuola

Ripartenza scolastica Angelo Orsenigo (Pd): “Chiesti a Regione aiuti su libri e trasporti ma hanno rifiutato”

La proposta del consigliere regionale è stata però bocciata.

Ripartenza scolastica Angelo Orsenigo (Pd): “Chiesti a Regione aiuti su libri e trasporti ma hanno rifiutato”
Politica Canturino, 21 Agosto 2020 ore 12:06

Mancano pochi giorni (si spera), all’inizio del nuovo anno scolastico. Il consigliere regionale Angelo Orsenigo (Pd) ha quindi deciso di chiedere a Regione Lombardia un supporto economico per le famiglie su libri, trasporti e materiale.

Ripartenza scolastica Angelo Orsenigo (Pd): “Chiesti a Regione aiuti su libri e trasporti”

“Tra qualche giorno i nostri ragazzi torneranno finalmente a scuola: un momento importante di ritorno alla normalità che, però richiede uno grande sforzo economico per migliaia di famiglie lombarde per l’acquisto di libri, materiale scolastico e abbonamenti per trasporti in un momento in cui il Coronavirus ha stravolto i bilanci familiari – ha spiegato – . Proprio in luce di queste difficoltà e perchè reputo che l’istruzione sia la vera chiave per la ripresa e un futuro migliore, ho chiesto che Regione Lombardia mettesse a disposizione le risorse necessarie per tutte le famiglie che hanno bisogno di aiuto con l’acquisto di libri di testo, materiale scolastico e per rendere gratuiti i trasporti agli under-26. Tutte spese che vanno a sommarsi nell’ennesima, inevitabile stangata da centinaia e centinaia di euro arrivata dopo una stagione di crisi nera. Purtroppo il Consiglio regionale, in fase di assestamento di bilancio, ha rifiutato queste mie proposte che puntano a garantire un diritto semplice ma imprescindibile come quello allo studio che ogni ragazza e ragazzo della nostra regione merita. Evidentemente Regione Lombardia non trova necessario o urgente investire per tutelare i nostri giovani. E’ chiaro però che chi non pensa alla formazione dei nostri ragazzi, non pensa al futuro della nostra regione”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità