il progetto

Riqualificazione in via Regina Teodolinda: in arrivo strutture ricettive, parcheggi e una ciclopedonale per la stazione

Addio all'area industriale dismessa.

Riqualificazione in via Regina Teodolinda: in arrivo strutture ricettive, parcheggi e una ciclopedonale per la stazione
Como città, 18 Settembre 2020 ore 09:07

Riqualificazione in via Regina Teodolinda: in arrivo strutture ricettive, parcheggi e anche una ciclopedonale per la stazione.

Riqualificazione in via Regina Teodolinda

La giunta comunale di Como, nella giornata di ieri, 17 settembre 2020, ha dato via libera allo schema di atto unilaterale d’obbligo, presupposto per il rilascio del permesso di costruire, per l’intervento della società San Giovanni srl sulle proprie aree in via Regina Teodolinda.

La società ha chiesto il permesso di costruire convenzionato per opere di rigenerazione e riqualificazione dell’area industriale dismessa, tra cui la demolizione dei capannoni esistenti, la realizzazione di due edifici con destinazione turistico-ricettiva, la realizzazione di 396 posti auto, 29 stalli sosta pullman, 36 stalli per biciclette e 18 per motocicli su aree da asservire ad uso pubblico per un totale di quasi 20.000 mq, e la realizzazione di un collegamento ciclopedonale tra la stazione San Giovanni e via Regina Teodolinda.

Le opere di urbanizzazione previste, di importo pari a circa 2 milioni di euro, vanno a scomputo totale degli oneri di urbanizzazione, pari a 375.653 euro in base alle tabelle comunali vigenti. Il contributo da pagare afferente al costo di costruzione è pari a 605.860.

Il permesso di costruire sarà rilasciato dopo la stipula dell’atto unilaterale, che dovrà avvenire entro sei mesi.

“Un’area dismessa in centro città potrà presto vedere una luce diversa – spiega l’assessore Marco Butti – con un mix funzionale dal quale non potranno che scaturire ricadute positive in termini di mobilità, parcheggi, capacità ricettiva e sicurezza urbana”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia