Menu
Cerca

Centro culturale: a Lurate sondaggio sul progetto

La presentazione ufficiale sabato 20 maggio

Centro culturale: a Lurate sondaggio sul progetto
Politica 22 Maggio 2017 ore 15:53

Nuovo centro culturale: un sondaggio per l’uso degli spazi.

Coinvolgimento dei cittadini

Il nuovo centro culturale sulla rampa di lancio. Dopo la presentazione di sabato 20 maggio, l’Amministrazione comunale ha deciso di proporre alla popolazione un sondaggio libero per scegliere la destinazione degli spazi all’interno della ex scuola elementare di via Volta. Tutti i cittadini potranno votare tramite il sito internet comunale  Lcpartecipa.

Le opzioni del centro culturale

Per decidere gli spazi del nuovo centro culturale i cittadini potranno scegliere tra diverse opzioni: fare musica, giocare, vedere un film, visitare mostre ed esposizioni e frequentare corsi. Tutte le scelte verranno registrate e indirizzeranno  il futuro del progetto.

Buona la prima

Il centro culturale è stato presentato ufficialmente sabato 20 maggio durante un open day nell’atrio della ex scuola. La popolazione ha risposto in maniera positiva e si è registrata la presenza di un centinaio di persone. L’Amministrazione ha illustrato la sua strategia per il futuro e risposto alle domande degli interessati.

Soddisfazione da parte del vicesindaco

Molto soddisfatto il vicesindaco Isabella Dominioni, tra gli amministratori che hanno seguito da vicino il progetto del nuovo centro culturale: “Devo ammettere di essere soddisfatta perché, in questi mesi, molte persone hanno davvero compreso quale sforzo stiamo facendo per tenere alta l’attenzione sull’ordinaria amministrazione e, nel contempo, per realizzare qualcosa di straordinario e insieme duraturo. Qualcosa  da lasciare ai nostri figli, alle generazioni che ci seguiranno. La biblioteca, in questo senso, rappresenta un seme ed è importante perché significa investire nel futuro, nell’offrire una possibilità di crescita sociale e culturale. La futura biblioteca sarà infatti un luogo di incontro, di scambi generazionali. E’ pensata non soltanto come scambio di libri, ma luogo dove ogni cittadino possa e voglia ritrovarsi volentieri”.

 

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli