Sponsorizzato

In ottobre si riaccende il riscaldamento: i consigli di CST

Le norme sulla manutenzione caldaie, il nuovo servizio sulla Cessione del Credito (Bonus e Superbonus 110%) e la pulizia degli impianti anche in ottica di prevenzione Covid

In ottobre si riaccende il riscaldamento: i consigli di CST
19 Ottobre 2020 ore 13:02

Fino al 15 aprile sarà possibile accendere il riscaldamento per un massimo di 14 ore al giorno anche nel  territorio di Erba e dintorni. Tutto nella norma, non fosse che talvolta ci si dimentica di far controllare la propria caldaia domestica come previsto dalle normative prima di riattivare la funzione invernale, mettendo a rischio la salute propria e di tutta la famiglia.

Manutenzione caldaie, le regole

“Bisogna essere precisi – spiega Ambrogio Pontiggia della CST di Erba – Le normative infatti dicono che i controlli di sicurezza sulla caldaia devono essere effettuati in base alle tempistiche indicate dall’Installatore dell’impianto o dal costruttore dell’apparecchio, mentre la prova fumi con il rilascio del rapporto di efficienza energetica e conseguente pagamento del contributo regionale deve essere portato a termine con cadenza biennale, mantenendo come scadenza il mese in cui la prova è stata effettuata la volta precedente. Si tratta di interventi molto semplici, ma fondamentali per la sicurezza ed il risparmio energetico. 

Bisogna effettuarli non solo per essere in regola con le disposizioni regionali, ma anche per poter dormire tra due guanciali mentre in casa va il riscaldamento”.

Superbonus e bonus classici: come fruire  di sconto in fattura e cessione del credito

“Quando la caldaia è vecchia, inoltre,  bisogna prendere in considerazione l‘eventualità di sostituirla – spiega il professionista – Non lo possiamo fare direttamente noi di CST, perché siamo manutentori;  l’installazione del nuovo, infatti, è a cura degli installatori specializzati. 

Tuttavia, poiché è stato introdotto dal governo il Superbonus del 110% che si affianca a quelli del 50% e del 65%, siamo a disposizione, in ottica di servizio, per indirizzare la clientela, oltre che alla scelta dell’incentivo migliore per le proprie esigenze, anche alle modalità di accesso per sfruttare i vantaggiosi meccanismi della cessione del credito e dello sconto in fattura che permettono di fruire immediatamente del beneficio economico, senza dover aspettare i 5 o 10 anni previsti dalle normative per chi effettua la detrazione dalle tasse”.

Pulizia dell’impianto di riscaldamento

Un altro tema è quello della pulizia delle condutture dell’impianto di riscaldamento  e della caldaia. “Poiché l’acqua circolante nei sistemi può presentare impurità responsabili di fenomeni di corrosione con formazione di “fanghi”e poiché queste sostanze con il tempo possono ostruire pompe di circolazione, tubi, termosifoni e, non ultimi, gli scambiatori delle caldaie, compromettendone il funzionamento e guastandoli, consigliamo di richiedere periodicamente un’accurata pulizia dell’impianto. In CST  possiamo: la eseguiamo direttamente in collaborazione con aziende specializzate. Il nostro intervento viene portato a termine utilizzando le migliori tecnologie per la misurazione di eventuali fenomeni corrosivi, del PH, del ferro e del carbonato di calcio nell’acqua, con l’obiettivo di ripulirla da impurità e sedimenti e normalizzare il sistema. 

Basta poco per mantenere in efficienza l’impianto di casa e garantirsi lunghi mesi di serenità nel tepore delle mura domestiche”.

Manutenzione dei ventilconvettori

Un invito particolare, infine, anche a tutti coloro che per riscaldarsi utilizzano i ventilconvettori collegati ai generatori di calore (Impianti di climatizzazione). “Oltre alla consueta manutenzione – spiega Pontiggia – Soprattutto in epoca di pandemia come quella che stiamo attraversando, è bene ricordarsi di effettuare (o fare effettuare se non si è in grado) la pulizia dei filtri e l’igienizzazione dell’intero apparato. Consiglio sempre di fare eseguire la prima pulizia a un tecnico qualificato, seguendo in prima persona l’intervento, per essere poi in grado di procedere in autonomia. La regolare pulizia dei sistemi di raffrescamento o riscaldamento  deve essere portata a termine a impianto spento in base alle indicazioni fornite dal produttore o dal manutentore. Si interviene sui filtri dell’aria in dotazione per mantenere livelli di filtrazione/rimozione adeguati eliminando la eventuale presenza di batteri o virus. 

E’ necessario pulire regolarmente le prese e le griglie di ventilazione con panni in microfibra inumiditi con soluzioni disinfettanti, asciugando successivamente. Prima di utilizzare qualsiasi prodotto è indispensabile leggere attentamente le etichette e le istruzioni d’uso. Inoltre, non bisogna mai irrorare il disinfettante con la ventilazione accesa, onde evitare di inalare sostanze inquinanti”. 

In caso di necessità, per informazioni e appuntamenti, la CST Srl di Erba è a disposizione della clientela presso la sede di via Milano 22/b a Erba, al numero di telefono 031.3338225.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia