Scuola
L'accordo

Convenzione tra Collegio Gallio e Centro Nazionale di Ricerca per la ricerca sulla formazione

Prevede l’impegno reciproco dei due enti a individuare e sviluppare progetti scientifici e di ricerca per la definizione di metodologie e strumenti per l’innovazione dei processi di apprendimento e di insegnamento

Convenzione tra Collegio Gallio e Centro Nazionale di Ricerca per la ricerca sulla formazione
Scuola 22 Settembre 2022 ore 11:37

È nato un nuovo progetto nella scuola più antica d'Europa fondata da Tolomeo Gallio nel 1583: il Collegio Gallio ha sottoscritto una "Convenzione per attività di collaborazione scientifica" con il Centro Nazionale di Ricerca Istituto per le Tecnologie Didattiche, che ha sede legale a Roma e operative a Genova e Palermo.

Convenzione tra Collegio Gallio e Centro Nazionale di Ricerca per la ricerca sulla formazione

Il nuovo accordo, appena siglato, nasce dalla volontà del direttore generale del Collegio, Fabio Monti, di proseguire un percorso di innovazione e sperimentazione. Percorso che ha già portato tra l’altro all'introduzione del curriculum verticale, alla didattica digitale e all’utilizzo di nuove metodologie di formazione e apprendimento.

Così è nata la necessità di avvicinarsi, interfacciarsi e collaborare con una realtà d’eccellenza nazionale e internazionale come il CNR, che ha nel proprio DNA il compito di svolgere, promuovere, diffondere, trasferire e valorizzare attività di ricerca nei principali settori di sviluppo delle conoscenze e delle loro applicazioni per lo sviluppo scientifico, tecnologico, economico e sociale del Paese.

Dopo i primi contatti tra Monti e il direttore del CNR-ITD, Mario Allegra, ecco la definizione di una vera e propria convenzione, che prende corpo proprio con il nuovo anno scolastico.

La convenzione

L’accordo prevede l’impegno reciproco dei due enti a individuare e sviluppare progetti scientifici e di ricerca per la definizione di metodologie e strumenti per l’innovazione dei processi di apprendimento e di insegnamento.

"Gli attuali standard internazionali della ricerca richiedono l’accesso a competenze molto diverse, all'interno di un approccio integrato dove più facilmente nasce la vera innovazione e la ricerca competitiva - ha spiegato il direttore generale del Gallio, Fabio Monti - Crediamo molto nell'apertura della nostra scuola a nuove collaborazioni, con enti e istituti di eccellenza, quale il CNR, ma anche con la società civile, associazioni di categoria e singole aziende. L’appello che vogliamo fare è che se qualcuno ha interesse a collaborare con il Gallio, si faccia pure avanti".

"Pensiamo di instaurare uno stabile rapporto di collaborazione mutuamente vantaggioso, per sviluppare attività di comune interesse, scientifiche, di formazione - ha commentato Mario Allegra, direttore del CNR-ITD - La nostra realtà coordina attività di ricerca con obiettivi di eccellenza in ambito nazionale e internazionale, finalizzate all’ampliamento delle conoscenze nei principali settori di sviluppo, individuati nel quadro della cooperazione ed integrazione europea e della collaborazione con le università e con altri soggetti sia pubblici sia privati".

Il coordinamento delle attività della convenzione con il Centro Nazionale di Ricerca spetterà al dottor Manuel Gentile del CNR-ITD e alla “preside”, Coordinatrice dei Servizi Educativi e Didattici delle Scuole Secondarie, del Gallio, Michela Rusconi, mentre il direttore del CNR-ITD, Allegra, e del Gallio, Monti comporranno il Comitato ristretto paritetico.

Verranno messi a disposizione dai due enti spazi, laboratori, attrezzature e personale per le attività progettuali e di ricerca. La convenzione ha la durata iniziale di quattro anni ed è rinnovabile alla sua scadenza.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie