Scuola
L'evento

Presentata la nuova scuola di Albavilla

"Abbiamo cambiato i pavimenti delle aule, i vetri il sistema antincendio e i bagni che richiedevano manutenzione. Ma investiremo ancora", ha detto il sindaco Giuliana Castelnuovo

Presentata la nuova scuola di Albavilla
Scuola Erba, 08 Settembre 2022 ore 17:53

Si è tenuta oggi, giovedì 8 settembre 2022, la presentazione della nuova scuola di Albavilla che ha visto terminare la prima fase dei lavori di rinnovamento giusto in tempo per l'inizio del nuovo anno scolastico.

Presentata la nuova scuola di Albavilla

Presenti all'evento il sindaco, Giuliana Castelnuovo, il presidente del Consiglio regionale, Alessandro Fermi, il preside dell'Istituto Comprensivo, Flavio Pavoni e l'assessore ai lavori pubblici nonché vicesindaco di Albavilla, Roberto Bellasio. Per l'occasione si è tenuto anche il classico momento del taglio del nastro che ha inaugurato ufficialmente il nuovo volto del plesso, ma anche la visita guidata per le aule e i nuovi spazi. Lavori che hanno richiesto l'investimento di 2 milioni di euro e un anno di lavori, i quali però non sono ancora terminati.

"Tenevamo a condividere queste grandi opere che sembrano scontate, ma dietro c'è un lavoro immenso - ha esordito il sindaco Castelnuovo - Oggi possiamo vedere i grandi risultati di questo lavoro. Siamo partiti un anno fa, perché dietro c'è una parte amministrativa molto lunga che è stata seguita dall'architetto Germano Zanella. Abbiamo cambiato i pavimenti delle aule, i vetri il sistema antincendio e i bagni che richiedevano manutenzione. Ma investiremo ancora: per la scuola si parla di importi di 4 milioni di euro. Cifre importanti arrivate grazie a progettualità meritevoli e, soprattutto, a enti superiori come regione Lombardia, che ci hanno creduto, su tutti Alessandro Fermi".

"Sono contento di avere portato soldi finiti sulla scuola per la realizzazione del primo lotto. Il secondo verrà realizzato tra aprile e maggio e comprenderà il rifacimento della parte esterna, come gli infissi e le entrate. Questi sono fondi per la cosa più importante, che è la scuola".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie