Sport
Finale Scudetto

Al PalaMeda trionfa la Briantea84: Finale Scudetto sull'1-1

Si è giocata Gara 2 della Finale Scudetto tra l'UnipolSai Briantea84 Cantù e la Santo Stefano Avis. Trionfa la Briantea84 69 a 53.

Al PalaMeda trionfa la Briantea84: Finale Scudetto sull'1-1
Sport Canturino, 17 Aprile 2021 ore 14:46

Si è giocata Gara 2 della Finale Scudetto tra l'UnipolSai Briantea84 Cantù e la Santo Stefano Avis. Trionfa la Briantea84 69 a 53.

Al PalaMeda trionfa la Briantea84: Finale Scudetto sull'1-1

Solo De Maggi ad inizio partita per i canturini, il quale mette a segno 10 punti consecutivi, punti pareggiati di volta in volta dalla formazione di Santo Stefano che rimane in partita. Oltre a De Maggi sale in cattedra anche Gilio Maria Papi che cerca di tracciare un solco tra i biancoblù e i marchigiani. Il primo quarto si chiude sul 16 a 14 per l'UnipolSai grazie anche a un poderoso aiuto in difesa del subentrante Geninazzi.

È con l'inizio del secondo quarto che la Briantea84 prova a incrementare il vantaggio portandosi sul 26 a 19 dopo 4 minuti di gioco. Vantaggio che viene assottigliato dai due canestri consecutivi di Tanghe, neutralizzati a loro volta dai due del giovane Buska. Ancora Papi, spaziale, insieme a Carossino riportano la Briantea84 sul +9. Il secondo quarto termina sul 36 a 29 casalingo.

Terzo quarto che inizia nel nome di Carossino, difesa e 4 punti a referto nei primi 3 minuti. Briantea84 che alza l'intensità e si porta sul +11 ancora con un ritrovato Carossino dopo un inizio difficile. Il vantaggio diventa di 12 lunghezze grazie ai due liberi di De Maggi messi a segno dopo un importante recupero palla in attacco. Ancora De Maggi per il +14, UnpolSai 53 - Santo Stefano 39. E al suono della sirena il tabellone segna 58 a 40 per l'UnipolSai, una prestazione di forza quella degli uomini di coach Daniele Riva.

L'ultima frazione di gioco inizia con un leggero recupero da parte degli ospiti che si riportano a meno 10. Lancia un segnale Berdun, mette la bomba da tre e ridà fiducia ai suoi. Quarto periodo che si gioca sugli episodi, tante interruzioni e pochi i canestri. Un momento di stallo, che è anche il palcoscenico di un leggero recupero per gli ospiti. A 4 minuti e mezzo dal termine il tabellone segna 63 a 52 per i biancoblù. Dopo due minuti senza veder muovere le retine sblocca la situazione Santorelli, +13 Unipolsai, e poco dopo magia di Saaid, +15 a 1 e mezzo dalla fine. Al PalaMeda trionfa la Briantea84, 69 a 53.

“In questa settimana abbiamo lavorato per mettere in campo un gioco corale e siamo riusciti ad esprimerlo - ha commentato Daniele Riva, coach della UnipolSai Briantea84 Cantù -. Abbiamo commesso qualche errore, ma in campo c’è sempre una squadra avversaria che comunque vuole vincere la partita, come nel caso di Santo Stefano. Non mi posso lamentare di nulla, bravi a tutti i ragazzi”.

“Grande prestazione della squadra - ha aggiunto Simone De Maggi della UnipolSai Briantea84 Cantù, miglior realizzatore biancoblù (16 punti) con Giulio Maria Papi -, ognuno ha fatto il suo pezzettino. Siamo felici di aver lavorato duro. Conoscevamo gli errori che avevamo commesso in gara uno, ora abbiamo un’altra settimana davanti per giocarci lo Scudetto. L’unione del gruppo è fondamentale in questi momenti, essere in tanti ci ripaga. Sappiamo che saranno giorni duri come la partita che ci aspetterà, ci alleneremo per conquistare questo Scudetto. Un messaggio ai tifosi? Non possono essere con noi fisicamente, ma siamo coscienti che ci stanno seguendo in tanti. Lavoreremo duro anche per loro”.

Ora si torna ad allenarsi per farsi trovare pronti per lo spareggio: Gara 3 sabato 24 si giocherà ancora tra le mura amiche del PalaMeda.

Necrologie