Guido Corti presenta la sua squadra per le elezioni provinciali

Basket lariano Guido Corti punta alla presidenza e presenta la sua “squadra” di candidati

Basket lariano novità verso le elezioni del comitato Fip provinciale.

Basket lariano Guido Corti punta alla presidenza e presenta la sua “squadra” di candidati
Sport Como città, 16 Febbraio 2021 ore 11:13

Basket lariano novità verso le elezioni del comitato Fip provinciale.

Basket lariano con lui anche Laura Maiorano, Angelo Serafini, Mauro Borghi e Andrea Amadori

Si avvicina un appuntamento molto atteso e importante per il basket lariano che il 14 marzo prossimo svolgerà l’assemblea elettiva del nuovo consiglio direttivo del comitato Fip provinciale. Quest’anno c’è grande attesa perchè si annuncia un duello elettorale tra il presidente in carica Antonio Pini al vertice da ben 24 anni, e lo sfidante Guido Corti che nelle settimane scorse ha formalizzato la sua candidatura per il quadriennio 2021-24. Proprio Corti, già presidente del Pol Comense 2015,  in queste ore ha presentato la sua squadra dei candidati che sostengono la sua candidatura al vertice della Fip lariana.  “Tra coloro che si sono resi disponibili a sostenere la mia candidatura – sottolinea Corti – ho scelto quattro personalità che potessero coprire a fondo tutte le realtà della pallacanestro nostrana, ognuna con le proprie esperienze consolidate e con la voglia e l’entusiasmo di voler portare qualche innovazione alla pallacanestro comasca”.

Guido Corti presenta la sua squadra
“Laura Maiorano, giocatrice con importanti esperienze sia a livello nazionale che a livello locale, apprezzata  in tutte le società dove ha giocato per la sua caparbietà, serietà e professionalità, sarà la persona giusta per seguire il movimento femminile ed anche interfacciarsi con il mondo del minibasket grazie alle sue ottime capacità tecniche come istruttrice. Le sue esperienze da giornalista sportiva saranno inoltre molto utili anche a livello comunicativo.
Basket femminile Laura Maiorano
Laura Maiorano con la maglia del basket Como
Mauro Borghi, persona molto umile ed apprezzata da tutti, collaboratore di tante società, allenatore ma anche dirigente, conoscitore dei regolamenti,  organizzatore di eventi, potrà aiutare a sviluppare iniziative per le cosiddette “minors” e promuovere l’attività di 3 contro 3, con le tante iniziative che abbiamo in programma di portare sul territorio e nelle piazze dei paesi.
Angelo Serafini ha collaborato e collabora tutt’ora con tante società, fondandone pure una, lavora con entusiasmo sul campo, soprattutto con i giovani, sarà quella mano in più per l’organizzazione logistica ed anche per dare entusiasmo ai giovani allenatori e dirigenti coinvolgendoli in progetti sullo sviluppo del basket a livello giovanile.
Coach Angelo Serafini
Andrea Amadori, avrà il vantaggio di essere nuovo della provincia e quindi al di fuori di qualsiasi pregiudizio, la sua esperienza in Liguria a capo della gestione di una società di livello nazionale,  la sua esperienza passata di collaborazione con la FIP e capacità di organizzazione di eventi di alto livello, sarà utilissima per tutto quello che riguarderà l’attività promozionale, fornendo anche un punto di vista differente su tutti gli argomenti, rispetto a quello a cui siamo abituati in provincia. Sono dispiaciuto per non aver potuto inserire in lista altri nomi che si erano resi disponibili per aiutarmi, non posso citarli tutti, ma li ringrazio”.
Corti promette grande collaborazione con tutte le realtà del territorio: “Qualora dovessi essere scelto dalle società per essere a capo del comitato,  cercherò di coinvolgere tutti anche nelle commissioni o consulte tematiche che vorrei istituire, dove vorrei inserire almeno 1 rappresentante per ogni club. Personalmente proverò a portare a disposizione delle società comasche le mie esperienze a livello nazionale e internazionale di gestione sportiva, burocratica, comunicativa e tecnologica e del mondo federale e  le mie conoscenze del tessuto sociale e amministrativo a livello provinciale, cercando di diventare io stesso il consigliere aggiunto di tutte le società.  Siamo ambiziosi ! Il nostro obiettivo è quello di rendere il comitato di Como il migliore della Lombardia, sappiamo che in soli tre anni con questa pandemia dovremo mettercela tutta, ma lavorando tutti insieme potremo farcela a tornare alla normalità e a ricreare entusiasmo verso la pallacanestro cercando di aumentare i numeri e creando nuove iniziative.”
Ovviamente tra Corti e la presidenza c’è un avversario molto importante  come lo storico numero uno della Fip lariana Antonio Pini, un punto di riferimento per tutto il movimento e per Corti stesso come sinceramente ammette: “Siamo tutti legati al presidente Pini con il quale siamo cresciuti negli ultimi 30 anni.  Se non ci fossero stati lui e altre personalità come come Daverio, Borghi e Rumi con i quali ho sempre collaborato serenamente in gioventù,  sicuramente non avrei appreso tantissime nozioni, ma ora ho fatto le mie esperienze ed avuto la fortuna di averle vissute anche in tutta Italia e all’estero e già con importanti incarichi a livello nazionale. A 49 anni da compiere posso quindi ritenermi pronto ad affrontare questa sfida, così come lo erano loro alla mia età, quando hanno iniziato”.
La sfida di Corti è lanciata: obiettivo la presidenza del comitato Fip lariano per riportare in alto tutto il movimento nostrano con l’aiuto di tutti.
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli