Sport
Basket

Briantea84, la UnipolSai cede all'overtime: il primo atto va a Santo Stefano

Una partita dai mille volti finita a 77 a 69.

Briantea84, la UnipolSai cede all'overtime: il primo atto va a Santo Stefano
Sport Canturino, 27 Marzo 2022 ore 09:15

Una partita dai mille volti: la UnipolSai cede all'overtime e il primo atto va a Santo Stefano.

Briantea84, la UniopolSai non ce la fa

Una partita dai mille volti: S. Stefano Avis si è aggiudicato il primo atto delle semifinali per 77 a 69 contro la UnipolSai Briantea84 Cantù. Sguardo fisso a settimana prossima: al PalaMeda (sabato 2 aprile,  20.30) si ripartirà, quindi, dal vantaggio di 8-0 per i marchigiani: in palio ci sarà la finale Scudetto, determinante sarà la differenza canestri. Al PalaPrincipi di Porto Potenza Picena (Mc) i biancoblù hanno rincorso per 30 minuti dopo un avvio a favore (17-12), recuperando con carattere il massimo svantaggio di 13 punti rimediato nel terzo quarto. Il momentaneo pareggio è arrivato negli ultimi 27 secondi dei tempi regolamentari a firma di Carossino e Papi, quest’ultimo con i due liberi indovinati che hanno rimandato ogni discorso ai supplementari. Nei 5 minuti aggiuntivi è stato Giaretti a prendere in mano la gara con 10 punti (e due triple) che sono valse la vittoria finale. Il numero 16 marchigiano è stato anche l’Mvp della partita con 27 punti. Tra le fila della UnipolSai si è distinto Simone De Maggi (21), seguito da Carossino (19) e Sagar (10), per entrambi doppia doppia con 10 rimbalzi.

La cronaca della partita

Coach Marco Tomba opta per il quintetto composto da Carrigill, Sagar, Papi, Carossino e De Maggi. Partita subito aggressiva, nei primi 5’ guida S. Stefano. Papi a canestro tiene in scia la UnipolSai, è bravo Bedzeti a sfruttare due errori in fase di impostazione dei canturini per 4 punti preziosi. La fase difensiva di Sagar permette ai biancoblù di rendersi pericolosi in zona offensiva ed è proprio in questo momento che la UnipolSai prende in mano il gioco. Fuori Papi e dentro Geninazzi. Carossino show in mezzo al campo, due punti e sfrutta al meglio il libero a disposizione. Nel finale Sagar e De Maggi ribaltano il parziale per il 17 a 12 in favore dei biancoblù dopo 10’ di gioco.
Coach Tomba riparte con lo stesso quintetto. Carossino e Geninazzi rispondono ai canestri di Griffith e Tanghe. Poi S. Stefano prende fiducia e piazza un parziale di 6-0 che vale il sorpasso a 4’ dall’intervallo (22-21). Coach Tomba chiama il time-out. Dentro Santorelli e Saaid, fuori Sagar e Carrigill. Momento favorevole per i marchigiani che con due triple ad opera di Giaretti e Tanghe alimentano il proprio vantaggio (28-21). UnipolSai sfortunata anche sotto canestro, con il ferro ad avere la meglio. Nel finale Bedzeti pesca il libero che completa il parziale di 13-0 e il 29-21 dopo 20’ di gioco.
Terzo quarto. La UnipolSai torna in campo con Sagar, Carrigill, Papi, Carossino e De Maggi. Carossino trova un libero su due e spezza il buio a canestro per i suoi. Miceli mantiene le distanze (31-22). I biancoblù provano a rincorrere dopo i tentativi di fuga di Giaretti e Bedzeti a 6’17’’ dalla fine del tempo. Miceli firma il massimo vantaggio marchigiano (+13, 39-26). La UnipolSai riordina le idee e sfrutta piano piano i diversi errori al tiro degli avversari. È da qui che riparte la rimonta di De Maggi e compagni, con il numero 26 che sgranocchia il gap di distanza dai liberi supportato dalle marcature di Carossino, Papi e Sagar che vale sulla sirena l’11-2 e il 41 a 37 a 10’ dal termine.
Ultimi 10’ di gioco. La UnipolSai ci crede e con De Maggi prima e Papi poi arriva fino al -1. Bedzeti e Giaretti non si fanno impensierire e mantengono le distanze. Il pareggio arriva a 1’33’’ dalla sirena lunga con Carossino (54-54). Miceli per il +2. Esce De Maggi, dentro Geninazzi. Botta e risposta tra Sagar e Giaretti, poi Bedzeti è preciso dalla lunetta e fa il 2 su 2 che vale il 60-56.Time out UnipolSai, coach Tomba riordina le idee. A 27 secondi dalla fine Carossino subisce fallo e sfrutta a pieno i due liberi a disposizione. A tempo scaduto Papi viene fermato e con freddezza agguanta il pareggio: 60-60 che vale l’overtime.
Overtime. Ancora 5’ di gioco al PalaPrincipi. Giaretti due su due dalla lunetta. Sagar cecchino non sbaglia sotto canestro. A 3’18’’ dal termine punteggio sul 62-62. Poi S. Stefano prende il largo, Giaretti sugli scudi sigla 10 punti in 5’, con due triple all’attivo. Sagar nel finale riduce lo svantaggio. Finisce 77 a 69 per S. Stefano.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie