Nella zona rossa si possono svolgere attività a carattere nazionale

Canottaggio, anche in zona rossa sono consentite attività e manifestazioni nazionali

Canottaggio, importante precisazione della segreteria della Federazione Italiana.

Canottaggio, anche in zona rossa sono consentite attività e manifestazioni nazionali
Como città, 09 Novembre 2020 ore 14:31

L’attività sportiva del canottaggio può proseguire, ma soltanto per per eventi di rilevanza nazionale. Ecco le importanti informazioni provenienti dalla segreteria della Federazione Italiana.

 

Canottaggio, sospese invece anche nel nostro territorio tutte le altre attività non a carattere nazionale

La precisazione è arrivata nel weekend scorso, e riguarda la possibilità di svolgere attività nelle varie zone del nostro paese. In Lombardia, regione inserita nella zona rossa, è consentito organizzare eventi e competizioni riconosciuti di interesse nazionale ed allenarsi per prepararsi agli stessi. Sono invece sospesi tutte le attività e gli eventi non inerenti a questo tipo.

Il comunicato ufficiale della Federazione Italiana Canottaggio

La Segreteria federale con l’Avviso N. 158/2020 informa che, alla luce del recente DPCM 3 novembre 2020 e dell’Ordinanza del Ministro della Salute del 4 novembre 2020, si evidenziano le novità normative che hanno ricadute sulle nostre attività sportive. Si premette che la citata Ordinanza individua attualmente le regioni a cui vengono applicate le normative di cui all’art.2 del DPCM (Ordinanza Allegato 1 – Regioni Puglia, Sicilia, ZONE ARANCIONI), e di cui all’art. 3 (Ordinanza Allegato 2 – Regioni Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle D’Aosta, ZONE ROSSE). Le rimanenti regioni vengono individuate in ZONE GIALLE.

L’Ordinanza, entrata in vigore ieri, rimarrà attiva nei 15 giorni successivi.

ZONE GIALLE – Per queste regioni è applicabile l’art.1 lett. e) f) e g) del vigente DPCM. Quindi è consentito organizzare eventi e competizioni riconosciuti di interesse nazionale ed allenarsi per prepararsi agli stessi. Questi eventi sono stati riconosciuti da Coni e Cip con proprio provvedimento sia per la rimanente parte del calendario 2020 che per il calendario 2021 (calendario remiero FIC 2020 e 2021). Tutta l’attività non rientrante in quanto sopra indicato (avviamento, scuole e attività non finalizzata alla partecipazione delle manifestazioni di interesse nazionali) può essere effettuata solo in singolo.

ZONE ARANCIONI – Per le regioni classificate ARANCIONI si applica la medesima disciplina del capoverso precedente.

ZONE ROSSE – Per le regioni classificate ROSSE si applica le medesima disciplina applicabile per le zone GIALLE E ARANCIONI per manifestazioni ed eventi di interesse nazionale così come individuati da Coni e Cip e relativi allenamenti. Tutta l’attività non rientrante in quanto sopra indicato (avviamento, scuole e attività non finalizzata alla partecipazione delle manifestazioni di interesse nazionali) sono sospese.

Tutta l’attività permessa dovrà svolgersi sempre a porte chiuse e senza pubblico, nel rispetto del Protocollo federale.

Per quanto riguarda la questione degli spostamenti all’interno delle zone ARANCIONI e ROSSE, nonché la possibilità di poter uscire da queste zone per poter partecipare alle manifestazioni di interesse nazionale o convocazione a raduni nazionali, la Federazione ha posto un quesito al Dipartimento Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia