Sport
In campo

Pallacanestro Cantù batte l'Assigeco e allunga la sua striscia di vittorie

Sesta vittoria consecutiva.

Pallacanestro Cantù batte l'Assigeco e allunga la sua striscia di vittorie
Sport Canturino, 24 Marzo 2022 ore 09:20

Nonostante l’indisponibilità di Bucarelli e il trio Allen-Nikolic-Boev non al meglio fisicamente, l’Acqua S.Bernardo riesce a vincere ancora, allungando a 6 la sua striscia di vittorie consecutive in campionato.

Cantù batte l'Assigeco e allunga la sua striscia di vittorie: 6 consecutive

L’Assigeco Piacenza è costretta ad arrendersi a Cantù che, in casa, in una serata bellissima coronata dalla celebrazione dei 40 anni dalla prima Coppa Campioni (Colonia ’82), riesce a trovare due punti pesantissimi in ottica classifica.

Alla palla a due Cantù in campo con Bryant, Allen, Severini, Da Ros e Bayehe; dall’altra parte, l’Assigeco schiera in quintetto Sabatini, DeVoe, Querci, Pascolo e Guariglia. A partire meglio sono decisamente gli ospiti, avanti 11 a 4 grazie a una tripla di DeVoe a metà della prima frazione. La reazione canturina non si fa attendere e con Stefanelli prima e Da Ros poi, i brianzoli riescono ad accorciare; 11-13 a poco più di due minuti dalla fine del primo quarto. Pascolo tenta di allungare nuovamente per l’UCC ma Bryant è lesto a replicare. Nikolic, poco dopo, accorcia ulteriormente con la tripla del -1 (16-17). Ancora Stefanelli, nel finale, completa dalla lunetta un gioco da tre punti che consente a Cantù di concretizzare il sorpasso. A fil di sirena, poi, un’autentica prodezza di Nikolic manda in visibilio il popolo biancoblù presente al PalaDesio; “triplona” che chiude i primi dieci minuti sul 22-17 a favore dell’Acqua S.Bernardo.

La seconda frazione si apre con un fallo antisportivo fischiato a Nikolic e con il canestro del pareggio siglato da DeVoe. La risposta, però, è affidata a Severini, autore del nuovo +2 biancoblù. L’Assigeco è scatenata e con DeVoe torna ancora una volta in vantaggio di due possessi. 26-31 al 15’. Ci pensa capitan Da Ros a prendere per mano la squadra, servendo ad Allen un assist al bacio per il momentaneo canestro del -4. Ancora Da Ros, sempre più decisivo: un altro suo “cioccolatino” consente a Bryant e a tutta Cantù di accorciare; 33-34 a poco meno di 2’ dall’intervallo. Bayehe, a circa sessanta secondi dalla pausa lunga, si prende la responsabilità di tirare, e segnare, una gran tripla. La S.Bernardo chiude con merito avanti 41 a 34 al 20’. Al rientro negli spogliatoi due i giocatori in doppia cifra, uno per parte: Bryant 11 punti, DeVoe 16.

L’inizio di secondo tempo è sulla falsariga del primo, ovvero con tanto equilibrio in campo e una partita oggettivamente tiratissima, molto maschia, molto combattuta. 44-41 al 26’. Stefanelli e ancora DeVoe i più attivi delle due squadre. Cambiano i protagonisti, questa volta sono Allen e Guariglia a guidare i rispettivi attacchi. Nel finale di terzo quarto i piacentini tornano avanti di un punto ma Severini, in un batti baleno, rimette le cose a posto. 48-47 a due minuti dal termine. Nikolic l’uomo dei finali di quarti: ancora lui decisivo, a regalare il +2 a Cantù quando manca una sola frazione da giocare. Ma proprio sulla sirena di fine terzo quarto, la beffa: canestro di Guariglia e parziale in parità, 51 a 51.

Nikolic, Nikolic e ancora Nikolic. Nonostante una precaria condizione fisica, l’ala serba di formazione italiana è l’uomo in più dell’Acqua S.Bernardo. 53-51 in avvio, primo canestro di Cantù nel quarto periodo. Piacenza trova subito il pareggio ma Da Ros e Bryant sono monumentali in fase realizzativa. Il primo con un “canestrissimo”, il secondo con una schiacciata delle sue, davvero da stropicciarsi gli occhi. Ed è sempre Bryant, un attimo dopo, a incendiare l’atmosfera di Desio. È sempre Nikolic a portare Cantù avanti di tre possessi. 62-55 al 35’. Doccia gelata per l’Acqua S.Bernardo: fallo tecnico fischiato a Bryant, per proteste; è il quarto personale per il giocatore americano, prontamente richiamato in panchina da coach Sodini. Ormai è un classico: nei momenti difficili c’è sempre Da Ros; “canestrone” di quest’ultimo. Ultimo minuto di partita tiratissimo: Galmarini segna due punti pesanti, che consentono all’UCC di tornare a -2. Ma a meno di dieci secondi dalla fine è una tripla di Stefanelli a chiudere definitivamente i giochi, mandando anticipatamente la partita in archivio. Finisce 72 a 67, ed il Cantù porta la sua striscia di vittorie a quota 6.

Acqua S.Bernardo Cantù-Assigeco Piacenza 72-67
(22-17, 19-17; 10-17, 21-16)

Cantù: Stefanelli 14, Bryant 15, Nikolic 18, Boev n.e., Borsani, Da Ros 9, Cusin, Bayehe 8, Allen 4, Severini
4, Tarallo. All. Sodini

Piacenza: Bellan 3, Deri n.e., Seck n.e., DeVoe 30, Galmarini 9, Gajic, Pascolo 6, Guariglia 13, Querci 2,
Sabatini 4. All. Salieri

Arbitri: Gagno, Miniati e Porcella
Spettatori: 1503

Seguici sui nostri canali
Necrologie