la cerimonia

Consegnati (con ritardo) i Premi Fair Play 2020: il volto più bello dello sport comasco

Premiati il campione Alberto Cova, il giovane Giovanni Borgonovo e due società: Pallavolo Cabiate e Aso Alzate.

Consegnati (con ritardo) i Premi Fair Play 2020: il volto più bello dello sport comasco
Sport Como città, 16 Luglio 2021 ore 09:29

Con un anno di ritardo a causa delle restrizioni dovute alla pandemia, il Panathlon Club di Como ha consegnato ieri, giovedì 16 luglio 2021, nella bellissima cornice della Sala Bianca del Teatro Sociale di Como i Premi Fair Play 2020. "Appena abbiamo potuto, abbiamo voluto recuperare questo evento - ha spiegato il presidente del Panathlon Edoardo Ceriani - La giornata del Fair Play è un caposaldo a livello nazionale e internazionale e volevamo celebrarla".

Consegnati (con ritardo) i Premi Fair Play 2020

Il Premio Fair Play 2020 alla carriera "Antonio Spallino" è stato assegnano ad Alberto Cova, originario di Inverigo, il più grande mezzofondista italiano, campione olimpico sui 10mila metri a Los Angeles nel 1984, con all'attivo un titolo mondiale a Helsinki nel 1983 e un europeo ad Atene nel 1982. Un uomo del fair play non solo nello sport; a fine carriera, quando ha intrapreso la carriera professionale e politica, Cova si è distinto in più circostanze per l'attività di solidarietà e aiuto ai bisognosi. Tra i riconoscimenti più importanti assegnati al mezzofondista il Collare D'Oro al merito sportivo nel 2015, la massima onorificenza del Coni.

E' stato assegnato invece al giovane Giovanni Borgonovo, atleta della Canottieri Cernobbio, il Premio Fair Play al gesto "Gabriele Coduri de' Cartosio". L'atleta, dopo aver vinto il Trofeo Villa D'Este 2019, si è reso protagonista di un gesto di lealtà: si è autodenunciato alla giuria per aver saltato, per disattenzione, una boa. Squalificato ha permesso al secondo classificato di vincere.

Il Premio Fair Play per la promozione "Filippo Saldanna" è invece andato alla Asd Pallavolo Cabiate che si è data una carta etica per atleti, tecnici e dirigenti ma anche famiglie che rispecchia in toto i principi delle carte etiche del Panathlon International. Inoltre una menzione per la promozione è stata data ai baby calciatori dell'Aso Alzate Brianza che, senza remore e abbattendo i campanilismi, hanno invitato per gli allenamenti i pari età della vicina Ac Albavilla che all'improvviso si erano ritrovati senza campo da gioco.

4 foto Sfoglia la gallery

Come di consueto tre Comuni e le rispettive società sportive hanno deciso di sottoscrivere le carte panathletiche sul Fair Play e sui doveri del genitore nello sport e la dichiarazione sull'etica dello sport giovanile. Lo hanno fatto il sindaco di Cernobbio Matteo Monti accompagnato dall'Asd Circolo Vela, quello di Menaggio Michele Spaggiati accompagnato dalla Asd Nuova Pallacanestro e di Villa Guardia Valerio Perroni con il Gruppo Sportivo del paese.

2 foto Sfoglia la gallery
Necrologie