Sport
Bravi ragazzi

Giovanissimi del Mariano calcio campioni di sportività: si rifiutano di vendere una gara

I ragazzi, classe 2007, sono stati protagonisti di una candid camera firmata Rai.

Giovanissimi del Mariano calcio campioni di sportività: si rifiutano di vendere una gara
Sport Marianese, 18 Giugno 2022 ore 16:58

Venderesti una partita in cambio di soldi? Messi alla prova, all’interno di una candid camera organizzata dalla Rai, i Giovanissimi del Mariano calcio non hanno avuto dubbi nel restare fedeli ai valori dello sport, rifiutando l’offerta senza mostrare esitazioni. "Ci siamo comportati in maniera del tutto normale, così come avrebbe dovuto essere. Non abbiamo fatto niente di straordinario", ha commentato, con grande semplicità, il difensore centrale Alfredo Pellicanò, protagonista, insieme al compagno di reparto e vice capitano, Cristian Covelli, al portiere Carlo Donvito, al centrocampista Thomas Marraffa e al capitano, nonché jolly in più ruoli, Edoardo Cappellini.

Giovanissimi del Mariano calcio campioni di sportività: si rifiutano di vendere una gara

Mercoledì 15 giugno è andata in onda la puntata del programma di Rai 2, "Italiani fantastici e dove trovarli", che mostra agli spettatori alcuni esperimenti sociali dando modo agli ignari protagonisti di confessarsi, raccontarsi e allo stesso tempo di indagare i caratteri, i pregiudizi, i valori degli italiani. I ragazzi del Mariano, tutti classe 2007, sono stati fatti entrare nello spogliatoio dopo un allenamento, con la scusa di ricevere una comunicazione importante. Lì hanno però incontrato un finto mediatore, che ha proposto loro di truccare la gara della domenica, in cambio di un’offerta partita da mille e arrivata fino a 2mila euro. Un autogol, oppure un espulsione per condizionare il risultato le proposte messe sul tavolo.

Tutti i dettagli sul Giornale di Cantù da sabato 18 giugno 2022 in edicola
DA CELLULARE, SCARICA LA APP DEL GIORNALE PER SFOGLIARE L’EDIZIONE e da Pc clicca qui

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie