Sport
il match

Il Pool Libertas di Cantù perde pesantemente con lo Yaka Volley di Malnate

Il coach canturino Bernasconi: "Abbiamo gestito male alcune fasi della gara".

Il Pool Libertas di Cantù perde pesantemente con lo Yaka Volley di Malnate
Sport Canturino, 07 Novembre 2021 ore 12:34

Il Pool Libertas di Cantù perde pesantemente con lo Yaka Volley di Malnate 0 a 3.

Il Pool Libertas di Cantù perde pesantemente con lo Yaka Volley di Malnate

La gara inizia in equilibrio, con Cantù che risponde colpo su colpo agli attacchi di Malnate (6-6). Con la battuta di Rizzi e un attacco al centro di Pellegrinelli, il Pool Libertas si porta avanti di 3 (11-8). La reazione di Yaka non si fa attendere, con due muri che riportano il set in equilibrio a quota 13. La ricezione canturina non è perfetta, il gioco ne risente e Malnate ne approfitta per portarsi avanti di 4 (14-18). Time-out di Coach Bernasconi, ma l’andamento del set non cambia, e gli ospiti chiudono sul 20-25 con un attacco da seconda linea dell'opposto.

Formazione confermata da parte del Pool Libertas, che parte bene e più determinata. Il set è in perfetto equilibrio fino al primo break dei padroni di casa con un attacco di Rizzi (10-8). Yaka prova a reagire, ma le battute di Borrozzino e di Pirovano non permettono agli ospiti di rientrare (18-14, 22-19). A questo punto i ragazzi di Coach Bernasconi si bloccano e non riescono a cambiare, con il muro di Malnate che fa la differenza. Entra Gabriele Pellegrinelli, ma il set si rimette in parità a quota 22, e addirittura sorpasso esterno con un attacco al centro (22-23). Borrozzino con un attacco da seconda linea riesce a far girare la sua squadra (23-23), ma ai vantaggi ha la meglio ancora Yaka Volley per il 24-26 finale.

Si riparte con la formazione del secondo set, con Pirovano di nuovo in campo. Il set procede in equilibrio fino all'8-6 Cantù con la battuta in salto di Borrozzino. Malnate non molla, impatta a quota 10, e va avanti 12-14 con qualche errore di troppo in ricezione di Cantù. Coach Bernasconi chiama time-out, ed entrano Gabriele Pellegrinelli su Romanò e Francesco Arnaboldi sul Borrozzino per sfruttare maggiormente la prima linea di attacco. Il Pool Libertas riesce a recuperare e a pareggiare a quota 21. Un attacco di Pellegrinelli riporta Libertas avanti (23-22), ma Yaka risponde, e un errore in attacco dei canturini permette agli ospiti di aggiudicarsi set e gara per il 24-26 finale.

"Stasera devo fare i complimenti alla squadra ospite: sono stati bravi a metterci in difficoltà e ad essere più cinici nei momenti decisivi - ha commentato il coach canturino Francesco Bernasconi - Noi non abbiamo fatto una gara negativa dal punto di vista del gioco, ma conta il risultato, e abbiamo perso nettamente. Abbiamo gestito male alcune fasi della gara: nel secondo set, ad esempio, avevamo un vantaggio importante per andare a chiudere a nostro favore e non siamo riusciti a concretizzare tutto quello che di buono avevamo precedentemente. In ricezione, sia nel primo che nel terzo set, abbiamo subito troppo, e contro squadre di questo genere, ben organizzate a muro, certe situazioni le paghi. Peccato perché sia nel secondo che nel terzo parziale abbiamo avuto la possibilità di crearci l’occasione per andare a chiudere a nostro favore, e, complice qualche disattenzione nostra, non siamo riusciti a vincere il parziale che poteva rimettere la gara in equilibrio. Dobbiamo continuare a lavorare in palestra durante la settimana come stiamo facendo, sapevamo che ci aspettava un inizio di campionato tosto. La prossima gara saremo a Mornago, squadra dal mio punto di vista attrezzata per il salto di categoria. Noi dobbiamo pensare al nostro percorso di crescita, che ci porterà anche a fare risultato al sabato sera".

Prossimo impegno sabato 13 novembre a Mornago alle ore 21.

Necrologie